Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

POLITICA LOCALE

POLITICA LOCALE

STEFANO GRILLANDA: LA VICESINDACO NON CHIARISCE E NON SMENTISCE...

Stefano Grillanda intende chiarire molte cose sull’intervento del vicesindaco in merito alla videosorveglianza. “Pensavo di dovermi abituare ad uno sconcertante sindaco ma vedo che anche chi gli sta seduta di fianco è altrettanto sconcertante. La vicesindaco vuole fare chiarezza sulla videocamera e la prima cosa che fa è lanciare accuse di “falsità” e “leggerezza”. Su questo concordo in pieno ma la colpa è solo Sua perché è stata l’unica a dire falsità o ad utilizzare termini scorretti. Tutto il resto sinceramente mi fa sperare di risvegliarmi e di credere di aver sognato la risposta.

Si fa vanto di avere nel programma elettorale l’installazione delle videocamere per un efficace controllo del territorio quando Lei stessa nella proposta dell’allora Circolo di Alleanza Nazionale (proposta presentata dopo un incontro con i Cittadini), era fermamente convinta  (durante le sedute della commissione istituita in proposito) dell’inutilità della videosorveglianza, anzi c’era il rischio di andare a ledere la privacy dei cittadini. Ora lo ritieni un ”successo notevole”, tanto che stanno ragionando su di un allargamento della rete di videocamere per mettere sotto controllo un sempre maggiore numero di punti sensibili del territorio: sinceramente non capisco cosa sia cambiato. Ora la vicesindaco si fa vanto di un’idea, sicuramente non risolutiva, ma efficace, che però arrivava dalla parte “avversa” e quindi da contrastare: non mi stupirei se domani qualcuno mi accusasse di sciacallaggio.

In merito alla specificità del fatto voglio precisare che nel periodo della potenziale istallazione della videocamera la vicesindaco era assessore competente e quindi non è concepibile che non sappia cosa sia accaduto. E comunque si è visto da subito che la videocamera, non collegata come da aspettativa ad un’apposita antenna ricevente ma invece collegata all’Hot Spot della piazza, in quelle condizioni non era in grado di fornire immagini adeguate, troppo sgranate e poco nitide. Ammesso (e non concesso) che siano vere le affermazioni della risposta del Vice Sindaco, immagino la discussione in merito alla preparazione della risposta all’interpellanza del Consigliere Grandi, chiedendo una consulenza con il tecnico.  Questo consulente tecnico ha un nome e cognome? In base a quale preparazione tecnica gli è stato dato incarico se non capisce se si parla del 2010 o di alcuni anni prima. Non è stata fraintesa la risposta, il fraintendimento presuppone che chi ha esposto abbia esposto bene e chi doveva recepire, abbia recepito male, questa è una menzogna o semplicemente arrampicarsi sugli specchi”.

Comunicato stampa a cura di Voce ai Cittadini Berra


25/11/2016