Serravalle e dintorni...

POLITICA LOCALE

POLITICA LOCALE

LA TELECAMERA INESISTENTE E LE AFFERMAZIONI DEL VICE SINDACO...

La videocamera falsa
La videocamera falsa

La videocamera nel suo contesto
La videocamera nel suo contesto

Berra - Nell’ultimo consiglio comunale di Berra la risposta del vicesindaco Egle Cenacchi all’interpellanza del consigliere di maggioranza Simone Grandi, in merito agli atti vandalici consumati presso il “Parchino” di via Montessori a Berra, ha creato incredulità sulle poltrone dell’intera minoranza (e anche qualcuno della maggioranza): “Le riprese televisive non erano sufficientemente nitide per arrivare al riconoscimento dei responsabili”.

A proposito il capogruppo di minoranza Stefano Grillanda commenta l’accaduto: “Alcuni anni fa (credo almeno tre) in qualità di Consigliere Comunale e per motivo casuale vengo informato dal Sindaco (allora il Dott. Cristiano Capisani) che la videocamera in questione non è collegata, quindi non registra immagini, e viene invece usata come deterrente per evitare eventuali danni ai giochi presenti nel parco in questione; ne condivido l’installazione anche se non in funzione e taccio al fine di ottenere il risultato sperato, cioè evitare che si compiano atti vandalici nel parco. Con il tempo si è saputo della falsa videocamera: tutti, amministratori e cittadini, sono a conoscenza che la videocamera in questione non registra perché non collegata. Con il tempo purtroppo si sono verificati altri danneggiamenti ai giochi del parco, tanto da spingere il Consigliere comunale di maggioranza Simone Grandi a presentare un’interpellanza, chiedendo, fra le altre cose, se la videocamera installata in zona avesse ripreso delle immagini dei vandali al fine di poterli riconoscere.

La Vice Sindaco Egle Cenacchi, risponde all’interpellanza di Grandi Simone affermando che non è stato possibile individuare i responsabili perché le immagini “non erano sufficientemente nitide”; dove viene data questa risposta? Ma in Consiglio Comunale naturalmente e da un Vice Sindaco. Credo, ma a questo punto non ne sono più sicuro, che un Consiglio Comunale abbia il compito di discutere e decidere sui problemi del territorio che rappresenta, ci possono essere pareri discordanti legati al pensiero personale o a prese di posizioni partitiche, ma, e su questo punto comincio ad avere perplessità, ci dovrebbe essere sempre sincerità. L’attuale Consiglio Comunale è composto per buona parte da consiglieri di prima nomina, persone cioè che siedono sul banco del consiglio da poco più di un anno e che quindi non conoscono tante situazioni ( in questo caso l’installazione della falsa videocamera) ma esprimono un proprio parere in base alle spiegazioni della giunta o degli assessori competenti. Se questi si permettono anche di raccontare bugie durante una seduta del consiglio, che fiducia si può avere di chi rappresenta le istituzioni? Siamo abituati ai continui voltafaccia politici del Vice Sindaco, volti ad ottenere incarichi personali, ma la preghiamo di una cosa, una volta ottenuti gli incarichi li svolga come devono essere svolti, possibilmente non mentendo in un Consiglio Comunale che ha già tanti problemi.
Per dovere di cronaca: sono stati richiesti tutti i documenti relativi all’installazione ed al collaudo della videocamera in questione. (Documenti che non arriveranno mai perché inesistenti) il 10 agosto scorso, due giorni dopo sembra da voci di corridoio che sia stato dato incarico ad una ditta di installare al più presto una “vera” videocamera al posto di quella falsa.

Si potrebbe fare la stessa cosa con il Vice Sindaco, sostituire quella “falsa” con una vera”.

Comunicato stampa di Voce ai Cittadini - Gruppo di minoranza in Consiglio Comunale Berra


25/11/2016