Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

POLITICA LOCALE

POLITICA LOCALE

INTERVISTA AL SINDACO DI BERRA ERIC ZAGHINI

«Abbiamo ridotto le spese e il paese sarà più sicuro»

BERRA. Eric Zaghini, 32 anni, è sindaco di Berrà dal 7 giugno scorso. Eletto nelle fila del centrosinistra, il suo mandato ha oltrepassato i cosiddetti "100 giorni". E' quindi interessante fare con lui un bilancio di questo periodo.

Sindaco Zaghini, come è cambiata la sua vita (anche privata) dalla data della sua elezione a primo cittadino? «Sicuramente cambia il punto di vista sulle cose, sulla vita che vedi scorrere. Pur essendo io stato in giunta con l'allora sindaco Capisani, oggi mi rendo conto della preoccupazione che mostrava in certi momenti».
Quali sono state le priorità sulle quali ss è concentrato? «Prima tra tutte la riduzione dei costi della macchina comunale. Era indispensabile porre un freno alle spese ed avere un Comune a posto con i conti».
Da dove ha iniziato? «Dai costi della politica. Abbiamo ridotto da 5 a 4 gli assessori, ed abbiamo fissato l'attività di giunta al pomeriggio per risparmiare sui permessi concessi dai datori di lavoro che alla fine poi rimborsa il Comune. Pensi che questa decisione ha portato ad un risparmio di 13mila euro. Altri 6mila euro li abbiamo risparmiati per l'assessore in meno».
Poi? «Non ci siamo fermati. Abbiamo stipulato una convenzione per il segretario generale che svolgerà le funzioni non soltanto a Berrà ma anche a Formignana e Jolanda di Savoia, e che ci ha consentito di tenere nelle casse del Comune 21mila euro l'anno. Insomma, ho pensato che il Comune avesse bisogno di un piano per approntare una gestione oculata della spesa pubblica».
In quali settori avete profuso le prime energie? «Abbiamo investito nella ristrutturazione di immobili di proprietà del Comune, nella pubblica illuminazione e nel piano stradale».
Lei è stato l'artefice di un atto simbolico ma di grande importanza concreta. Il dono del volume della Costituzione italiana ai giovani del paese. «Sono molto fiero di questo. Abbiamo infatti donato una copia della Costituzione a tutti i neol8enni dei Comune. E' importante conoscere i valori di questa Carta, impararli e saperli mettere a frutto nella propria preparazione culturale».
A Berra, soprattutto a Berra, in un recente passato si è molto parlato di sicurezza e criminalità. Come stanno ora le cose? «Abbiamo appena assegnato Sa gara per affidare i lavori relativi all'impianto di videosorvegìianza. Saranno 5 telecamere che verranno posizionate nei punti di accesso al territorio comunale. Inoltre nei cartelli che indicano lo stesso territorio, vorrò che venga posta la scritta "zona sottoposta a videosorvegìianza". Ho parlato di questo progetto anche con le forze dell'ordine e dai loro vertici ho ricevuto rassicurazioni e promesse di collaborazione.

fonte La Nuova Ferrara

Il testo dell'intervista

25/11/2016