Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

POLITICA LOCALE

POLITICA LOCALE

GIANCARLO GRILLANDA RISPONDE A EGLE CENACCHI

Il partito socialista a sostegno del candidato sindaco Eric Zaghini e della
candidata presidente della provincia Marcella Zappaterra.
3 maggio, 2009
Di Egle Cenacchi

Care elettrici e cari elettori,
Vi chiedo un momento di attenzione perché desidero, in qualità di Segretaria
del Partito Socialista di Berra, chiarire, una volta per tutte, la posizione
del nostro Partito riguardo le prossime elezioni amministrative.
Giungono voci che addirittura qualche socialista compaia nella lista dei
candidati del centro destra e voglio quindi subito precisare che chi afferma
frasi del genere è solo un millantatore, un grandissimo bugiardo perché i
Socialisti sono unici e stanno da una parte sola!
Non vi è alcun dubbio, e ritengo non ci debba essere mai, che la nostra
collocazione naturale sia nel CENTRO SINISTRA e che per il Comune di Berra
le alleanze con PD e RC siano solide, soprattutto perché basate sul rispetto
reciproco e sull'unità del programma di Governo Locale, cui tutti abbiamo
contribuito, condividendone i contenuti.
Il candidato a Sindaco, Eric Zaghini, merita il sostegno di tutti perché ha
tutte le caratteristiche per poter svolgere una funzione così importante; il
"mestiere" del Sindaco è difficilissimo, occorre aver maturato esperienza di
amministratore nella Pubblica Amministrazione, occorre capacità
organizzativa e conoscenza normativa, occorre sensibilità e decisione nell'affrontare
tutti i problemi che quotidianamente i cittadini portano nella casa Comune,
sul tavolo del Primo Cittadino.
In questi anni ho avuto modo di conoscere bene Eric, lo stimo e lo apprezzo
per il suo impegno e per la sua serietà. Non si amministra un Comune stando
al bar o con delle chiacchiere, tutti i cittadini sanno che per amministrare
un Comune occorre preparazione, impegno e volontà.
Queste qualità sono indubbiamente presenti in Eric Zaghini e rappresentano
una garanzia per tutti i cittadini di una corretta e trasparente gestione
della "cosa pubblica". Per questi motivi il Partito Socialista sostiene il
candidato Sindaco Eric Zaghini e per questi motivi chiede il voto in suo
favore. Non lasciateVi ingannare dagli slogan e da coloro che si spacciano
per socialisti e sostengono il centro-destra o addirittura parlano di
"Alternativa"; la maggior parte di essi ha già amministrato questo Comune,
anche con ruoli di Governo, con risultati mediocri.
Il 6 e 7 giugno non abbiate dubbi; barrate il simbolo con il trifoglio per
il Comune ed il simbolo con la rosa rossa per la Provincia; gli unici, veri
socialisti sono rappresentati da questi simboli!

 


RISPOSTA A CENACCHI EGLE


Ho letto con meraviglia l'appello di Cenacchi Egle, Segretaria del Partito
Socialista di Berra.

Pensavo che le diverse posizioni che possono avvenire tra i militanti di un
partito si potessero chiarire nel suo interno e non che queste dovessero
essere usate come discutibile argomentazione di propaganda elettorale.

La mia lunga militanza,e mi auguro duri ancora tanti anni, nel Partito
Socialista credo mi autorizzi a sentirmi orgoglioso di aver "battagliato"
per difendere la dignità del mio partito e dei suoi uomini e orgoglioso di
essere stato uno dei tanti che hanno amministrato questo Comune con
risultati che,se la Cenacchi,che non c'era, definisce mediocri,
raccoglievano più consensi rispetto alla continuità di quei risultati che
ora è lei a rappresentare.

E' innegabile che la collocazione del socialista sia nel centro sinistra, ma
il socialista DEVE difendere la sua dignità,deve valorizzare i suoi uomini,
deve, per esempio, segnalarli per le primarie di coalizione..poi se ce ne
sono i presupposti può osannare altri partiti facendo campagna elettorale
per i loro candidati. Il socialista NON DEVE dimenticare di rivendicare la
sua AUTONOMIA per spirito di appartenenza o in cambio di una poltrona,
specialmente quando le alleanze non sono poi così solide e il rispetto così
reciproco.

Di qui la necessità di un'ALTERNATIVA

E, visto che mi sono sentito chiamato in causa,come immagino gli altri
socialisti che sostengono o sosterranno la LISTA CIVICA, voglio esternare le
motivazioni circa la mia adesione :

-  condivido il programma;
- stimo le persone di cultura e militanza politica diversa che compongono la
lista;
- ho un legame di parentela che mi lega al candidato sindaco della lista
VOCE AI CITTADINI

che mi spinge a sostenerlo e a incoraggiarlo, consapevole che spesso la
volontà, la modestia, la capacità di avvalersi delle risorse di tutti e la
sensibilità sono strumenti più costruttivi rispetto a un'arrogante
presuntuosa esperienza..

Un punto della lettera della Cenacchi che mi piacerebbe fosse spiegato è :
"..non si amministra un Comune al bar o con le chiacchiere.."

A chi si riferisce??

Secondo me ben venga  l'amministratore che sa anche uscire dalla "casa
Comune" per avvicinare le persone, per ascoltare i loro problemi, quando
esse  non porterebbero i loro  problemi sul Tavolo del Primo Cittadino, ma
li lascerebbero sul "tavolo" di casa o su quello del bar, spesso per le
diffidenze che nutrono verso le istituzione e le loro burocrazie.

Per concludere: Prima di dare del bugiardo millantatore a un
socialista,chiunque esso sia,che non la pensa come TE, ma che in quanto
socialista è abituato a rispettare le idee degli altri,

                                    invito anche te a farti un esame di
coscienza...

Io me lo sono già fatto. E MI SENTO TRANQUILLO.

                                                                            
                   Grillanda Giancarlo

                                                                            
         (Iscritto al Partito Socialista da 47 anni)
 

 

6.5.09