Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

POLITICA LOCALE

POLITICA LOCALE

CONSIDERAZIONI SULL'INCONTRO DEL 25.2.08 A BERRA SUI FURTI NELLE CASE

 

CONSIDERAZIONI RIGUARDO ALL’INCONTRO SULLA SICUREZZA DEL 25/02/2008 IN TEATRO A BERRA, "CONDIVISO" DA TUTTI I PARTITI RAPPRESENTATI IN COMUNE.

Dopo tre giorni di valutazioni, mi permetto di fare alcune considerazioni riguardo all’incontro di lunedì scorso sul tema sicurezza nel Comune di Berra.

Avendo partecipato a tutti gli incontri per la preparazione della serata in oggetto, sono sicuramente a conoscenza del grosso lavoro che è stato fatto per la buona riuscita della serata, buona riuscita che non intendo come partecipazione dei Cittadini o come allestimento del teatro, buona riuscita in termini di contenuti, in termine di condivisione di intenti. Garantisco che non è stato facile tra esponenti di partiti diversi tra di loro per storia ed ideali arrivare a condividere completamente, tutti insieme un documento che contenesse le azioni che si richiedeva venissero messe in atto dall’Amministrazione Comunale, ma ci siamo riusciti, per il bene della nostra Cittadinanza e per arrivare ad ottenere queste azioni in tempi ragionevoli, considerato che nella maggior parte dei casi la politica ha tempi biblici.

Ci siamo riusciti perché ci siamo fatti una grossa promessa da destra a sinistra: "non usare l’argomento sicurezza per farsi campagna elettorale" ma utilizzare tutte le nostre energie per sviluppare il "documento sicurezza" e per ottenere come detto sopra l’applicazione degli interventi nel più breve tempo possibile.

Ebbene seduto al tavolo dei relatori, dopo l’introduzione del Sindaco ed i primi interventi del pubblico, pensavo: "è stato mantenuto quello che ci siamo promessi, nessuno sta cercando di fare campagna elettorale" considerato che eravamo tutti segretari o presidenti di partiti politici e che siamo a meno di due mesi dalle elezioni politiche, il mio pensiero era positivo , stavamo lavorando in quest’occasione (dal basso delle nostre cariche politiche) per i nostri Cittadini e non per le segreterie di partito .

Quest’atmosfera e questa sensazione, che peraltro gratificano un Consigliere Comunale quando intuisce che anche con il proprio apporto sta cercando di fare qualcosa di buono per la propria Comunità, improvvisamente viene interrotta dall’intervento del Capogruppo della maggioranza Filippo Barbieri.

È vero, il Barbieri non aveva partecipato nemmeno ad uno degli incontri per organizzare la serata, in quanto non ricopre all’interno del proprio schieramento politico funzioni di segretario o presidente,ma era sicuramente al corrente - essendo in stretto contatto politicamente sia con il Sindaco, che con il suo segretario di partito - dell’impegno preso da tutti di portare avanti il progetto in modo unitario- senza come già detto, sfruttare la situazione per farsi campagna elettorale,. Lui stesso tante volte "chiacchierando" anche con me , si è raccomandato di essere corretti con gli impegni presi in fase di programmazione dell’evento.

La sensazione non è stata solo mia, vedevo le espressioni degli intervenuti e dei suoi compagni di partito, il buon Barbieri interviene con una lunga relazione, in cui illustra un’iniziativa di raccolta firme che lui, insieme al suo partito (pd) intende portare avanti, richiede più di una volta il sostegno dei suoi elettori e del suo gruppo politico e si fa garante di far avere questa sorta di petizione popolare al ministero competente. Lo sconcerto è stato totale, sia noi presidenti di partito che il pubblico, non abbiamo capito perché in un contesto di unione di intenti fino a quel momento apprezzato sia dagli intervenuti che dagli organizzatori , Barbieri Filippo abbia voluto uscirsene con un’iniziativa tutta sua e "a suo dire" del suo partito. Tale iniziativa eventualmente doveva essere portata sul tavolo delle trattative al momento della stesura del documento e sicuramente sarebbe stata condivisa e sottoscritta all’interno delle proposte illustrate nel documento presentato ai Cittadini.

Barbieri d’altronde non è nuovo a volta faccia ed incoerenza, con inizio dalla sua esperienza politica, prima all’interno della lista dell’attuale opposizione, al successivo passaggio nell’attuale lista di maggioranza. Forse Barbieri non ha fatto della coerenza e della correttezza politica la sua bandiera, ma questo penso l’abbiano capito tanto gli "addetti ai lavori" quanto i Cittadini.

Il parere che a questo punto vorrei fosse reso pubblico è quello sia del Sindaco Capisani Cristiano come istituzione che del segretario del PD Marco Marchesini (che purtroppo durante la serata non era presente per problemi di salute) persone che ritengo più coerenti e corrette nei ruoli che ricoprono politicamente.

Da parte mia, come Capogruppo dell’opposizione, consiglio a Barbieri Filippo di non cercare più assolutamente collaborazione fino a che non impara ad essere più "politicamente corretto" .

Mi ritengo deluso da questo modo di comportarsi, anche se sono convinto che l’iniziativa sia stata presa in modo completamente autonomo e che il Sindaco ed il responsabile del Partito Democratico del Comune di Berra si dissoceranno da questo episodio.

 

Grillanda Stefano
Presidente del Circolo di Alleanza Nazionale Del Comune di Berra


28.2.08