Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

   

Serravalle e dintorni...


SIMONE GRANDI: IL BILANCIO DEL COMUNE DI BERRA FALLISCE GLI OBIETTIVI PREFISSATI
- SINTESI DELL'INTERVENTO IN CONSIGLIO COMUNALE IL 13 MAGGIO 2016 -


Simone Grandi

Cari Colleghi, basta una attenta lettura alla relazione del Revisore Unico e pochi sguardi alla spocchiosa e lacunosa relazione della Giunta per capire quale sia la pasta della nostra Amministrazione Comunale.

Vediamo su cosa ci fa riflettere la relazione del revisore:

- entrate per recupero da evasione tributaria previste in euro 80.000, accertate per euro 0,00 obiettivo raggiunto allo 0%, e questo nonostante il servizio della società terza che si occupa anche del recupero da evasione;

- consulenze a professionisti esterni per oltre 20.000 euro relativi ad investimenti in conto capitale per euro 263.000, quasi il 10%, e non dico altro.

- fondo spese e rischi futuri ove viene accantonata la somma di euro 110.000 (per il momento!) relativa al pagamento della sentenza avversa al Comune contro l’ex Segretario Comunale, questo in attesa di capire se il Sindaco deciderà di ricorrere in appello. Obbligo di riconoscere un debito fuori bilancio di oltre 100.000 euro, cosa mai successa nei 100 e più anni di vita del nostro Comune;

- perdita di patrimonio dell’Ente. Il conto economico 2015 chiude con una perdita di 5.295.142,87 dovuta principalmente all’eliminazione di “vetuste” poste patrimoniali relative ad “immobilizzazioni in corso”. Abbiamo perso ricchezza per un terzo ed il bilancio è più squilibrato: più debiti e meno valore.

Cosa non dice invece la relazione della giunta al rendiconto della gestione 2015.

Non dice nulla sui debiti fuori bilancio, sul raggiungimento degli obiettivi della lotta all’evasione, sulla perdita patrimoniale, ect… e ci esorta a vedere che si è prodigata a “garantire che i livelli di tassazione non subissero aumenti” che si è prodigata a “migliorare la fruibilità dei servizi”…”anche dal punto di vista logistico”.

Da un esame documentale risulta facile smentire la prima affermazione sui livelli di tassazione, infatti è nero su bianco “capitolo 10101 Imposte, tasse e proventi assimilati” per il 2015 euro 1.968.895 mentre le allegate previsioni del bilancio pluriennale indicano per il 2016 euro 2.116.469,23 con un incremento del 7% e euro 2.126.633,39 per il 2017, con un incremento del 8%. La tendenza e la decisione è chiara : aumentare la pressione fiscale.

Relativamente alla fruibilità dei servizi, basta chiedere alle famiglie, a quelle di Serravalle in particolare.

Bisogna segnalare altre nefande azioni:

- la vendita di azioni Hera possedute dal Comune ad un prezzo notevolmente inferiore all’attuale corso in borsa;

- la pubblica illuminazione non più di proprietà, ma in parte a noleggio con costo annuale di euro 80.000 oltre alle manutenzioni ed al costo della bolletta.

- la rinegoziazione dei mutui con l’allungamento delle scadenze di mutui accesi anche negli anni ’70/’80. Ora si pagano percentualmente più interessi ed hanno ribaltato l’onere ai nostri figli.

- la chiusura del plesso scolastico di Serravalle e l’esternalizzazione del servizio nido.

- il continuo trasferimento di funzioni e personale all’Unione dei Comuni con un evidente sovradimensionamento della squadra di governo. A Berra abbiamo 3 capiservizio e 5 assessori (Sindaco incluso), forse 2 sono di scorta! Perché allora non ridurre il peso della politica e destinare le risorse ad azioni a contrasto dello spopolamento ed alle famiglie?

Dal bilancio si vede una dissoluzione del patrimonio pubblico e non si percepiscono azioni del governo locale volte a far crescere il territorio ma solo scelte di smantellamento e prese in fretta.

Per tutti i motivi sopra esposti e per i tanti altri che per questioni di spazio non riesco a raccontare, l’intera minoranza consigliare - che ricordiamo rappresenta la maggioranza dei cittadini berresi - boccia convintamente il bilancio 2015 e l’operato dell’amministrazione.

Sintesi dell'intervento di Simone Grandi in Consiglio Comunale


20.5.16                                    Contatore visite