Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

Serravalle e dintorni...

INTERVENTO DI LEONARDO PEVERATI
CARO STEFANO, NON SIAMO SEMPRE IN CAMPAGNA ELETTORALE...

 


Leonardo Pevarati

Caro Stefano,
pensare che tu non mi rispondessi, era come dire che a mezzanotte splende il sole.

Io non sono un fenomeno e le cose mi possono anche sfuggire, hai voglia, ma non faccio mai apposta!
Così come di proposito non cambio pelle, né in primavera, né in altre stagioni. E’ la politica dei politicanti che ha fatto acrobazie sulla mia testa, come sulle teste di tutti, cambiando essa si pelle, dilapidando un patrimonio di ideologie inestimabile.

Ma veniamo a quello che ho scritto e alle tue interpretazioni.
Facevo un ragionamento sul centro-destra in Italia e riconfermo che il dopo Berlusconi è più drammatico di quello che si pensava.

Su Salvini? Io capisco che lavori diciotto ore al giorno, ma certamente non per le istituzioni dove ricopre incarichi, le farà anche per la Lega no?
Tu snoccioli percentuali tratte da un sito del “Sole24Ore” che danno il 91% di produttività del tuo segretario, bene! Spieghiamo però, a chi ci legge, che la produttività non vuol dire “presenze” (pensa te che c’è un certo Tarabella che di produttività raggiunge il 738%).
Le presenze di Salvini in Europa sono attorno al 74%, significa che ogni 100 riunioni del Parlamento Europeo, lui è assente 26 volte. E’ interessante tutto ciò? Non lo so, so solo che fa come tanti altri e questo volevo dire nel mio ragionamento.

La politica della Lega? Avevo creduto anch’io per un attimo che il cambio Bossi /Salvini, potesse rappresentare anche un cambio strategico. Sono rimasto deluso.
Non si va più avanti di quel tanto, grandi elenchi di cose che non vanno, poche soluzioni plausibili come quella del “NO €uro”, alla quale non crede manco lo stesso Salvini.

Non si può continuamente vivere in campagna elettorale, Stefano! Ecco perché ti ho fatto l’esempio di Tsipras: finita la campagna elettorale, bisogna governare. E allora si comincia a spiegare che fuori dall’€uro non si può, o meglio, non conviene andare e che un’infinità di altre cose, piccole e grandi, non si possono fare così facilmente come sembra.
Non fanno così anche i tuoi sindaci, dove il loro “buon governo” non è messo in discussione da nessuno?

Bigo, sdrammatizziamo un po’: sappi che l’impegno per il quale tu sei disposto a combattere perché anch’io e gli altri possiamo esprimere le nostre idee, è da sempre un impegno anche mio.
Però, amico, questo non è un impegno Leghista, questo è un impegno “SOCIALISTA”!!

Leonardo Peverati

La lettera di Stefano Bigoni

Carissimo Leonardo, vedo che la pensione ti da il tempo per scrivere tante cose ma ho il sospetto che molte ti sfuggano o fai finta di fartele sfuggire o forse stai cambiando pelle visto che siamo quasi a primavera, mi sto rivolgendo al tuo pensiero espresso nella tua rubrica su questo sito riguardo la linea politica della lega nord. Premetto che sono disposto a combattere perche il tuo pensiero possa essere espresso ma permettimi di non condividerlo.

1) dal sole 24 ore:
Matteo Salvini "FANNULLONE e assenteista? CAZZATE! Menzogne smentite dai numeri e dai risultati ottenuti. Il sito mepranking.eu mi assegna infatti il 91% di produttività, con 255 documenti attività ed interventi, e ben 527 deputati dietro di me in 'classifica' per attivismo parlamentare. L'altro sito votewatch.eu mi riconosce invece di aver emendato oltre 100 Rapporti (più di altri 600 Parlamentari) e di aver presentato 151 interrogazioni (sono fra i primi 100). E considerate che come leghista sono l'unico nella mia Commissione, e quasi tutte le nostre proposte, anche le più ovvie e di buonsenso, vengono bocciate senza discussione. Lavoro 18 ore al giorno, in Parlamento, nelle fabbriche e fra la gente proprio per risolvere i problemi che gli EURO-FOLLI creano con le loro pazzesche direttive e la loro MONETA CRIMINALE.
2) Flat tax al 15% per tutti, contribuenti ed aziende. E un’unica deduzione di 3mila euro, fissa, per ogni contribuente. Eccola in due parole la rivoluzione fiscale della tassa piatta, unica, propagandata da Matteo Salvini e spiegata ieri a Milano dall’americano Alvin Rabushka, economista dell’università di Stanford, e da Armando Siridel Partito Italia Nuova.

io c'ero se vuoi ho anche tutta la documentazione, e poi scusa ma dove l'hai sentito fuori dall'Europa Salvini ha sempre detto fuori dall'euro se permetti c'è una bella differenza. e poi scusa SALVINI /TSIPRAS ma scusa non era qualcun altro che stappava lo spumante quando in Grecia si sono saputi i risultati di certo non Salvini. Se vuoi parlare di lega fallo pure ma prima informati da chi in lega è un pezzo che milita la pulizia in casa nostra l'abbiamo fatta prima della magistratura qualcunaltro invace candida un condannato e lo trasforma nel candidato per la regione Campagna forse dimenticando che è ineleggibile, un consiglio prima di cambiar pelle valuta bene quale indossare ciao e continua a scrivere che ti leggo sempre volentieri......

BIGONI STEFANO LEGA NORD


7.3.15                              Hit Counter