Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

Serravalle e dintorni...

LA RISPOSTA DEL SINDACO AL CAPOGRUPPO DELLA LEGA
ZAGHINI: BERRA NON E' IL FAR WEST, BIGONI FA SOLTANTO DELL'ALLARMISMO

 


Eric Zaghini

Berra. Il caso dei cani pitbull che hanno ucciso il cavallo, ma soprattutto le ultime dichiarazioni del consigliere di opposizione Stefano Bigoni («Il sindaco poteva agire prima») sono nodi che il sindaco Eric Zaghini ancora non ha sciolto e dei quali vuole parlare, «per ristabilire - come ha detto ieri alla Nuova raggiunto al telefono - la verità dei fatti».

«Credo che il consigliere Bigoni debba darsi una bella calmata - inizia il primo cittadino con piglio deciso - , capisco che ha la necessità di fare opposizione, ci mancherebbe ! Ma le falsità sono un’altra cosa».

Zaghini enumera poi le singole questioni: «Il fatto grave - dice ancora il sindaco di Berra - è che il danno non viene arrecato soltanto a me, bensì alla comunità di Berra, e come primo cittadino questo non posso tollerarlo e ho il dovere di non tollerarlo.

Chi descrive, come è stato fatto negli ultimi giorni, Berra come il Far West danneggia il territorio anche da un punto di vista economico. Ma che idea può farsi - si chiede il sindaco - chi, magari, ha intenzione di impiantare qui da noi un’impresa, leggendo certe dichiarazioni come quelle, ad esempio, di Bigoni? È giusto tutto questo?».

Poi Zaghini si rivolge direttamente a Bigoni: «Deve smetterla con questi atteggiamenti, deve smetterla di descrivere scenari apocalittici, perché questo nuoce alla comunità nel suo insieme. E se ciò andrà avanti, qualcuno ne risponderà - tuona un Zaghini irritato - , perché il compito di un sindaco è anche quello di difendere dalle falsità la propria gente».

Poi il primo cittadino passa in rassegna «i dati che ho chiesto alla Prefettura in merito ai furti, e qui siamo con dati ufficiali alla mano, non con le chiacchiere dannose di Bigoni. Ebbene - dice ancora Zaghini - nel 2014 i furti in questo territorio comunale sono diminuiti del 25% rispetto all’anno precedente; i reati in genere nello stesso periodo hanno visto un calo del 32%.

Vado oltre: Berra è il comune con il minore numero di furti per abitanti dell’intera Unione dei Comuni. Allora? Di cosa parla il consigliere Bigoni?». Infine il sindaco volge lo sguardo all’ultimo fatto, quello del cavallo ucciso dai cani: «Nei primi 5 anni del mio mandato ho fatto portare via, perché tenuti in modo irregolare, 27 cani!

Si vergogni chi ci attacca con elementi campati in aria». In ultimo, il monito: «Diffido formalmente il consigliere Bigoni dal proseguire - ammonisce il sindaco - in questo atteggiamento che danneggia profondamente l’immagine di Berra e indirettamente la sua economia».


27.2.15                              Hit Counter