Serravalle e dintorni....

 AUMENTI DELLE IMPOSTE COMUNALI
- FIGLIE DELLE SPESE PAZZE DEGLI ANNI '80 E '90 -
 

Mi sento di intervenire nel dibattito in corso sul tema dell’aumento della TASI e sul sempre più probabile aumento dell’Addizionale IRPEF nel nostro comune.

Concordo quasi completamente sulla risposta del sindaco Zaghini a Grandi.

Dico però, che non mi appassiono nell’analisi delle performance degli altri comuni, nè sui costi medi e standard dei servizi: ogni comune ha la sua storia e le sue peculiarità, spesso molto diverse le une dalle altre. Il confronto e l’analisi diventano perciò complicati e difficili.

Quello che mi interessa di più è, invece, capire perché in questo comune si sia arrivati ad una situazione simile; mi interesserebbe capire anche se vi sono responsabilità e di chi siano.

Possibile che chi amministra, in particolare il politico, non debba mai rispondere delle scelte fatte, scelte che possono anche incidere in maniera pesante sulle tasche dei cittadini?

Dica quindi il sindaco, in maniera chiara, che in questo comune si stanno ancora pagando i mutui fatti trent’anni fa e dica anche i motivi per cui sono stati stipulati.

Negli anni ’80 e ‘90 l’artigianato e l’agricoltura erano una grossa risorsa per tutti noi e avrebbero meritato molta più attenzione di quanto non abbiano avuto. Ebbene i nostri amministratori, in quegli anni, si avventurarono in interventi pubblici al limite della decenza. Opere pubbliche quali la piazza di Berra, gran parte dell’arredo urbano di Serravalle (comprensivo di Corte S. Paolo), la costruzione di quella nefandezza che chiamiamo “centro civico di Serravalle”, l’acquisto del teatro di Berra (che da solo ha pesato sulle casse comunali qualcosa come oltre un miliardo e mezzo delle vecchie lire) e un lungo elenco che potrebbe continuare.

Cari concittadini, lo sperpero di denaro pubblico di quegli anni per lavori fatti male, costosi e a volte inutili e che sicuramente dovevano essere fatti con più parsimonia, ancora grava sulle nostre tasche.

Chi erano in quegli anni i nostri sindaci, vice sindaci e assessori? Chi governava in quegli anni e con l’avvallo di chi indebitarono un comune che avrebbe meritato ben altro?

Se poi volessimo dire chi si oppose a gran parte di quella politica, non sarebbe male.

Ebbene signor sindaco, i “renziani” passano per politici senza peli sulla lingua, amanti della verità.

Zaghini, oltre alle verità su Grandi che già hai pubblicato, tu che sei un renziano, vuoi far completa luce su quanto sono costati e ancora costano, gli anni ottanta e novanta ai contribuenti di questo comune?

Leonardo Peverati


24.9.14