Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

   

Serravalle e dintorni...

"INTERESSE COMUNE" IL PROGRAMMA ELETTORALE

 


Nomi e volti dei candidati di Interesse Comune

BOZZA DEL PROGRAMMA

LISTA CIVICA " INTERESSE COMUNE"
CANDIDATO SINDACO SIMONE GRANDI

Interesse Comune, e questo dice molto di ciò che intendiamo fare. L'interesse della nostra gente e del nostro territorio, le migliorie possibili da attuare grazie alla comunità e per il bene di essa.
Nessuna promessa in grande stile, solo proposte valutate ed effettivamente necessarie. Perché tanto possiamo fare, senza nasconderci – come fanno in tanti – dietro lo spettro della crisi. Spettro che va affrontato, con nuove idee e nuove sinergie. Aiutandoci l'un l'altro, per il bene di ognuno.
Ecco l'Interesse Comune, ecco il nostro obiettivo. Lavorare fianco a fianco coi cittadini, ascoltare i loro suggerimenti, prenderne atto e agire per rendere possibile ogni miglioramento.
Noi e voi condividiamo il passato di questa terra, la conosciamo, sappiamo quanto va fatto. Senza essere schiavi dell'ideologia e dei partiti, noi e voi, assieme, potremmo finalmente adoperarci per il bene collettivo. Vi parrà strano, sentendolo spesso dire a vuoto, eppure è un traguardo possibile. Ma dobbiamo raggiungerlo assieme, e questo è il momento per rimboccarci le maniche.


CHI SIAMO UN OBIETTIVO A 5 E 10 ANNI

Interesse Comune è una lista civica formata da donne e uomini tutti residenti nel nostro territorio, con esperienze personali e lavorative diverse:
· Persone che hanno deciso di unirsi insieme nell’interesse comune di dare risposte ai bisogni primari dei nostri cittadini, nella convinzione che si possano e si debbano migliorare le condizioni sociali ed economiche della nostra comunità;
· Un gruppo motivato e abituato a misurarsi in termini di risultati e non a propositi e parole.

Il programma che presentiamo ai cittadini mette al centro di tutto la famiglia, quale nucleo fondamentale della società e punto di riferimento assoluto, oltreché un’azione amministrativa fortemente impegnata a contrastare la crisi e con l’intento di portare respiro alla nostra comunità. Il Comune può crescere solo se tutti quanti insieme - amministratori, cittadini, imprese, associazioni - concorrono al raggiungimento di un medesimo obiettivo. Per far sì che ciò avvenga è necessario favorire la partecipazione consapevole di tutti i protagonisti della nostra piccola comunità.
Vogliamo puntare sulla valorizzazione delle competenze e della creatività dei singoli e delle forme sociali, con la consapevolezza che ogni persona, famiglia e associazione hanno qualcosa di unico e originale da offrire alla comunità.
L’azione amministrativa dovrà estendersi sino a vere e proprie forme di cooperazione tra l’Ente locale e i suoi abitanti.
Un’ amministrazione deve credere nei suoi cittadini, in particolar modo in quelli che rappresentano il futuro della comunità.
Noi vogliamo un Comune dalle pareti trasparenti vicino e aperto ai cittadini, una maggiore partecipazione di tutti all’azione amministrativa attraverso un potenziamento degli strumenti di democrazia diretta, ribadendo fin da ora che gli amministratori sono al servizio dei cittadini e non viceversa.

Fai crescere insieme a noi il tuo territorio, abbiamo tutti un Interesse Comune: Berra, Cologna e Serravalle.

Cambiare si deve: insieme si può!

FAMIGLIA

Noi immaginiamo il nostro Comune tra 5 e 10 anni come un semplice e grazioso luogo che offre ai suoi cittadini un insieme di servizi e una buona vivibilità. Noi pensiamo e viviamo Berra e le sue frazioni come il centro del nostro mondo affettivo, ricco di valori morali e materiali. E per tutto ciò vogliamo impegnarci.
Consci che tutto questo debba essere realizzato in un contesto di condivisione di risorse e competenze, anche con i territori a noi limitrofi con i quali, peraltro, da anni è iniziata una collaborazione proficua ma perfettibile, noi ci poniamo semplici e necessari obiettivi.
Il nostro traguardo finale sarà garantire alle famiglie una completa soddisfazione in termini di servizi “tutto incluso”: totale fruibilità sul territorio per le fasce più deboli della popolazione.

SALUTE E POLITICHE SOCIALI

Riteniamo quello delle politiche sociali uno dei punti più delicati e fondamentali del nostro programma.
La fragilità economica determina una fragilità sociale segnata da forme sommerse di deprivazione e di impoverimento che colpiscono le categorie più deboli: anziani, minori, disabili, giovani in cerca di occupazione e famiglie monoreddito.
Un Comune come il nostro ha certamente la possibilità di conoscere le reali esigenze della maggior parte dei suoi cittadini. Sono possibili, quindi, interventi mirati per rimuovere gli elementi di disagio tenendo però conto della scarsità di risorse.
Ecco perché, per realizzare una buona politica sociale, occorre saper coinvolgere tutti gli attori (scuola, medicina di base, servizi sociali, servizio sanitario, forze dell’ordine, parrocchie, associazioni di volontariato, associazioni sportive, etc.) e metterli in relazione tra loro al fine di creare le condizioni per l’innalzamento della qualità della vita, contrastando i fenomeni di spopolamento.
Noi vogliamo sostenere e incentivare le autonome iniziative dei cittadini che anche in forma associata (impresa sociale, no-profit, cooperazione, volontariato) intendano perseguire il bene della collettività e mettere a disposizione il loro tempo libero.
Alcuni interventi esemplificativi ma non esaustivi, che vorremo proporre nella nostra azione amministrativa:

. Ambulanza h24 sul territorio comunale di Berra;
. Ambulatorio infermieristico - per ridurre l'afflusso presso i medici di medicina generale - che esegua, oltre che prestazioni complementari, consulenze ed educazione sanitaria;
. Valorizzazione dei servizi di trasporto per i centri medici e ospedali in collaborazione con associazioni locali e servizi sociali;
. Rafforzare la collaborazione con le associazioni di volontariato locale, incentivando l’allargamento delle competenze di quelle già presenti e la costituzione di nuove realtà che si occupino di attivare un circuito per la raccolta e distribuzione di prodotti alimentari vicina alla scadenza che verrebbero gettati;
. Progettare forme di collaborazione con le persone non occupate, che a fronte di erogazione di contributi da parte del Comune possano fornire servizi a supporto della collettività (ad esempio piccoli interventi di manutenzione del verde urbano, pulizia delle aree pubbliche etc);
. Prestare massima attenzione alla fascia di popolazione della terza età (attuando per esempio un servizio di consegna spesa e farmaci a domicilio);
. Creare uno sportello informativo e un numero verde che serva da punto di riferimento per famiglie e anziani e che possa diventare un veloce punto di riferimento cui rivolgersi per avere informazioni e istruzioni pratiche per districarsi dalle complessità burocratiche;
. Favorire l’integrazione e l’inserimento nella società dei ragazzi diversamente abili attuando forme di collaborazione con enti e associazioni del territorio;
. Programmare incontri di carattere conoscitivo-preventivo con le famiglie per migliorare la qualità della vita sotto il profilo della salute;
. Assicurare che le risorse economiche a disposizione dei servizi sociali vadano a sostegno delle famiglie e/o singoli in reale e verificato stato di necessità;
. Porre all’attenzione dei servizi sociali le problematiche delle famiglie con anziani;

SCUOLA E CULTURA

Il rapporto tra il Comune e la Scuola si declina in linea di massima in due modi: una collaborazione gestionale e un sostegno all’aspetto didattico nel perseguimento di valori socio-educativi comuni.
La nostra collaborazione gestionale sarà garantita dal proseguimento degli interventi in materia di edilizia scolastica, in materia di trasporto degli alunni e da una rivisitazione della mensa scolastica, intesa non solo come un servizio a domanda individuale, ma anche come occasione di formazione attraverso un percorso di guida alla corretta alimentazione e alla riscoperta di alimenti e pietanze locali.
Al fine di conciliare i tempi lavoro-famiglia l’amministrazione si farà carico di estendere gli orari di accoglienza e post-scuola agevolando l’opera dei volontari o attivando convenzioni con fondi propri.



In merito all’aspetto educativo, nell'ambito di una reciproca collaborazione con la Direzione, il corpo docente e i genitori, è nostra intenzione sostenere proposte formative che vadano ad integrarsi con i percorsi scolastici (musica, informatica, teatro, sport, etc.).
Inoltre istituiremo il “Consiglio Comunale dei giovani” al fine di favorire un percorso pratico di educazione civica e di collaborazione, per cogliere il punto di vista delle nuove generazioni.
Alcuni interventi esemplificativi ma non esaustivi su cui vorremmo impegnarci:

· PROMUOVERE progetto piedibus e bicibus per accompagnare i bambini a scuola a piedi o in bicicletta, limitando l'utilizzo dei veicoli a motore;
· Reintrodurre agevolazioni per le famiglie con più di un figlio che utilizza i servizi a domanda individuale;
· Tariffe scuolabus agevolate per le famiglie con bambini residenti nelle frazioni senza plesso scolastico;
· Ritiro con pagamento anticipato presso la sede Comunale dei buoni mensa per le scuole;
· Promuove lo scambio ed il riutilizzo dei libri di testo;
· ATTIVARE FORME DI COLLABORAZIONE DIDATTICA su temi di carattere generale, o specifici, fornendo le competenze di esperti su singoli settori, organizzando incontri in varie materie (ambiente, protezione civile, sicurezza stradale, corretta alimentazione, etc.);
· ORGANIZZARE incontri tra genitori ed esperti e/o attività di consulenza (sportello) sulle tematiche dei disturbi specifici dell’apprendimento e del linguaggio;
· ORGANIZZARE incontri serali su temi culturali (arte, musica, storia, ecc.);
· CREARE una ludoteca per offrire opportunità di incontro e per favorire l’integrazione dei bambini e ragazzi in orari extra scolastici;
· PROMUOVERE mercatini dove i bambini abbiano modo di scambiarsi giocattoli o libri, facendo apprendere l’importanza delle cose e del denaro;
· Valorizzare la nuova biblioteca con interventi razionali e adeguati:
- Gestione e incremento del patrimonio librario e dei nuovi supporti elettronici;
- Sviluppo di una sezione di storia locale che raccolga documenti di varia natura (lettere, cartoline, fotografie, immaginette, archivi di aziende e partiti) riguardanti la storia del nostro Comune;
- Servizio di InformaGiovani;
- Allestimento di mostre ed opere realizzate da studenti d’arte o residenti nel territorio con orari di visita coincidenti con gli orari di apertura della biblioteca;
- Allestimento di laboratori teatrali e concorsi fotografici a tema;
- Incremento delle attività di lettura animata per bambini e ragazzi.
· ISTITUIRE LA GIORNATA DEI NONNI nella data del 2 ottobre, organizzando attività tese a valorizzarne l’esperienza e la memoria a favore dei giovani.

VOLONTARIATO

Il volontariato si è dimostrato negli anni un indispensabile motore della vita sociale e sempre più lo deve diventare. Per questo è nostro fermo interesse tenere viva la collaborazione con le associazioni di volontariato e no-profit, finanziando le singole attività realizzate su iniziativa delle associazioni stesse o stimolate dall'Amministrazione comunale, evitando contributi a pioggia ma premiando l’efficacia e l’efficienza. È importante che la pubblica amministrazione locale sappia far interagire proficuamente tutte le realtà presenti sul territorio per valorizzare al meglio le specifiche attitudini.
Pensiamo sia utile istituire la Giornata del volontariato, nella quale possono essere premiate le famiglie che offrono la propria disponibilità in cambio di agevolazioni sui servizi a domanda individuale.

ü POLITICHE GIOVANILI, SPORT E TEMPO LIBERO
Per molti anni si sono abbandonate le politiche a sostegno dei giovani e del tempo libero. Le molte promesse si sono arenate di fronte all’incapacità di capire le reali esigenze delle famiglie con bambini e adolescenti. Per tale motivo appare più che opportuno approntare azioni volte all’estensione della fruibilità degli spazi e delle strutture pubbliche oggi presenti nel nostro comune, specializzando e aggiornando l’offerta.
Alcuni interventi esemplificativi ma non esaustivi:
· MIGLIORARE i servizi sportivi razionalizzandone l’utilizzo e favorendo le attività a sostegno di bambini e ragazzi;
· MOVIMENTARE le notti estive, riscoprendo il cinema all’aperto e organizzando serate con giovani musicisti;
· AVVIARE iniziative per promuovere gli sport, salvaguardando le realtà esistenti;
· ORGANIZZARE eventi sportivi per valorizzare l’ambiente urbano e l’economia locale;
· Collaborare con le parrocchie e le associazioni al fine di agevolare, - fornendo mezzi, strutture e risorse, - tutte quella attività estive a sostegno delle famiglie, come per esempio i campi solari;
· Realizzare finalmente una sala insonorizzata per valorizzare le risorse musicali presenti e che crescono nel nostro Comune;
· Incentivare gli scambi culturali e l’internazionalizzazione dei nostri giovani attraverso gemellaggi, scambi famiglia e tutte quelle attività che porteranno i nostri ragazzi ad affrontare esperienze di vita e periodi formativi all’estero.

SICUREZZA

L’importanza della sicurezza all’interno delle mura domestiche, nei luoghi pubblici e di lavoro deve essere tradotta in azioni concrete e in fatti tangibili che ricostituiscano la fiducia perduta dei cittadini, almeno in ambito locale. Perciò è necessario ristabilire la presenza anche fisica della polizia locale sul territorio che in accordo con le altre forze dell’ordine vada a reprimere quegli insopportabili comportamenti di abuso di diritto e noncuranza delle regole.
Ognuno di noi deve ritornare a farsi carico con senso civico della protezione del patrimonio pubblico e privato.
Sarà inoltre cura dell’amministrazione comunale farsi promotrice, anche in ambito dell’Unione dei Comuni, di sistemi integrati di controllo del territorio attraverso accordi con privati e aziende per creare una rete diffusa di monitoraggio territoriale, utilizzabile in caso di emergenze ed eventi cruenti o malavitosi.
La pubblica amministrazione e i suoi dipendenti dovranno divenire punto d’ascolto e vigilanza per raccogliere le segnalazioni e ascoltare i bisogni del cittadino consentendo di agire prontamente e senza timori.

ECONOMIA

Il secondo e fondamentale pilastro del nostro programma è rappresentato dall’economia del territorio.
Riteniamo tutti, mutuando questo dall’esperienza di vita e professionale, che il nostro territorio non debba incamminarsi sulla via del lento declino: l’alibi della crisi imperante a livello mondiale e locale non deve vincere le nostre ambizioni di riscatto.
Chi ci ha governato ha sempre puntato l’accento sul mantenimento dei servizi con il contenimento dei costi. La prospettiva deve essere completamente stravolta: una iniziativa che parte deve avere lo slancio di guardare “al di là del fosso”, di credere allo sviluppo e all’innovazione. È per questo che siamo fortemente convinti che il nostro territorio sia appetibile e ricco di opportunità. Per questo auspichiamo un segnale di cambiamento effettivo: dobbiamo aumentare la ricchezza locale in modo da mantenere o meglio incrementare i servizi. Per fare ciò si devono conoscere le leve economiche presenti sul territorio e avere la competenza manageriale per creare le basi della sua rinascita.

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO - LAVORI PUBBLICI

Patrimonio privato
Disponiamo di un vasto patrimonio privato da valorizzare e riqualificare, sia nei centri abitati che nel forense; edifici che, visto l’attuale periodo economico, potrebbero divenire interessanti per una nuova residenzialità. Allo scopo di incentivare il mercato immobiliare locale e l’insediamento di nuove famiglie nel nostro territorio, la pubblica amministrazione si rende disponibile ad attivare tutte le leve economiche e finanziarie nelle proprie mani. Tra queste, a fine esemplificativo, si segnalano:

· Incentivazioni e semplificazioni burocratiche, con riduzione o addirittura annullamento degli oneri comunali per ristrutturazioni di edifici preesistenti (agevolazione che ovviamente si somma alla possibilità di usufruire degli sgravi fiscali dello Stato);
· Inoltre, ai non residenti che si trasferiscono stabilmente nel nostro territorio acquistando un immobile si riconoscerà l’azzeramento dell’IUC (Imposta Unica Comunale) per la parte di competenza comunale, oppure la possibilità di accedere per un periodo limitato di tempo a un servizio a domanda individuale a titolo gratuito;
· Farsi promotori all’interno della più ampia zona dell’unione di un progetto di rivisitazione delle rendite catastali degli immobili per dare un equo valore a un patrimonio che risente ovviamente delle diverse collocazioni geografiche e della disponibilità di infrastrutture;
· Valorizzazione e recupero, con intervento di privati, di edifici pregevoli per arte e storia del nostro territorio.

Patrimonio pubblico

Il patrimonio immobiliare comunale è da sempre centro di attenzione e di costo di ogni amministrazione succedutasi negli anni. Si ritiene opportuno affrontare una valorizzazione e razionalizzazione degli stessi attingendo ad esempio ai fondi previsti per la riqualificazione e ammodernamento degli immobili adibiti alle funzioni di pubblica istruzione presenti nelle tre frazioni.
Pensiamo sia necessario valutare per ogni edificio comunale una riqualificazione energetica e una riorganizzazione degli spazi oltre che un adeguamento impiantistico.
Per quanto riguarda gli immobili in disuso o non più funzionali, si può pensare all’alienazione o all’attribuzione a terzi per riconversione funzionale in case protette o centri diurni.
Alcuni ulteriori interventi esemplificativi, ma non esaustivi, che saranno programmati in funzione delle risorse disponibili oltre a quelle rinvenenti dall’accesso a fondi sovracomunali possono essere i seguenti:

· Manutenzione della rete viaria e della pubblica illuminazione;
· Rifacimento del campo calcetto-tennis de “La Porta del Delta” con annessi spogliatoi, con successivo affidamento di gestione a terzi;
· Miglioramento e rifacimento dell’illuminazione dei giardini pubblici per migliorarne la fruibilità e la sicurezza ipotizzando l’allestimento di un piccolo chiosco/bar estivo e/o giochi per bambini per favorire l’intrattenimento. Attività da affidare con bando a operatori locali;
· Videosorveglianza nei cimiteri e nei parchi;
· Abbellimento strade d’ingresso ai nostri paesi (verde, marciapiedi, aiuole, ecc);
· Completamento piste ciclabili;
· Messa in sicurezza delle uscite e della viabilità di accesso agli edifici scolastici;
· Valorizzazione del nostro comune, in collaborazione con gli enti rivieraschi della destra Po per finalità turistiche e di viabilità, attraverso il ripristino del traghetto di Berra;
· Area attrezzata per sosta camper.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE

La valorizzazione del territorio passa indissolubilmente dalla creazione di valore ed è per questo che la pubblica amministrazione si deve prodigare al fine di agevolare, soprattutto in questo periodo storico, le aziende locali attraverso interventi di sostegno economico-finanziario ma soprattutto di snellimento burocratico.
Alcune aree di intervento:

Fare da tramite tra la domanda di lavoro e l’offerta proponendo un Piano quinquennale di formazione pilotata:
1. Tavolo rotondo con le imprese per definire i fabbisogni (competenze e conoscenze);
2. Definizione di budget per la formazione, con investimenti privati;
3. Definizione di un programma di stage nelle aziende coinvolte e borse di studio pesate sul merito e sul reddito;

. Favorire l’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro mediante il coinvolgimento di tutte le realtà lavorative presenti sul nostro territorio a beneficio dei tanti giovani in cerca di prima occupazione o di chi il lavoro lo ha perso a causa della crisi economica attuale;
. Per meglio rispondere alle sollecitazioni e alle innovazioni del mercato saranno oggetto di riduzione dell’imposizione locale e degli oneri concessori le ristrutturazioni e le riqualificazioni dei siti di lavoro;
. Si intende favorire la nascita di nuova piccola imprenditorialità attraverso l’istituzione di un bando per “New Company”, facendosi promotori verso privati ed enti pubblici di piccoli fondi di “private equity”, fondi da assegnare ogni anno alla più meritevole idea imprenditoriale presentata alla commissione attività produttive;
. Promuovere attività di marketing territoriale per la manifattura e le imprese locali quali eventi e fiere specialistiche di settore;

. Promozione dell’artigianato e del commercio locale attraverso l’agevolazione al consumo a chilometro zero, la costituzione di reti di imprese e bandi che favoriscano la riqualificazione delle strutture di produzione e di vendita, l’organizzazione di mercatini dell’antiquariato.

AGRICOLTURA E AMBIENTE

L’agricoltura nel nostro territorio è molto importante e per questo dobbiamo avere un occhio di riguardo nel gestirla nel miglior modo possibile.
Ci impegneremo con gli organi di governo intermedio e superiore per portare le istanze di semplificazione della burocrazia che sta togliendo energie e reddito alle nostre imprese.
Non c’è dubbio che oggi l’agricoltore debba puntare sulla qualità delle proprie produzioni tenendo in considerazione l’ambiente e il territorio. Noi consideriamo l’ambiente dove viviamo non solo un bene prezioso da preservare, ma anche un’importante risorsa per lo sviluppo della comunità. La tutela del territorio passa in primo luogo attraverso una manutenzione costante e diffusa dello stesso. Il Comune deve favorire quelle attività che costituiscono un presidio per la salvaguardia dell’ambiente sempre nell’ottica di uno sforzo sinergico tra i cittadini e l’amministrazione. In primo luogo bisogna intercettare le energie delle imprese agricole perché ciò significa garantire il miglior presidio possibile per il territorio e, al contempo, potenziare la crescita economica e sociale del paese dando sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese, imprese a basso impatto ambientale e alle colture biologiche; garantire i servizi essenziali per l’economia e le popolazioni con interventi mirati sulla viabilità, sugli acquedotti, sulla rete idrica e energetica, curando la bonifica dei siti inquinati e il controllo e la pulizia degli argini dell’alveo dei corsi d’acqua.
A tal fine sarà opportuno proporre interventi qualificanti in cambio di una collaborazione nella manutenzione e prevenzione del territorio operata dagli agricoltori. Per esempio lo sfalcio del verde, l’escavazione dei fossi e altre attività che possono essere ricompensate in termini di prestazione di servizi o sgravi impositivi.
Saranno inoltre riproposti bandi, già attivi dal 2005, con contributi a favore dell’agricoltura tesi a favorire: l’analisi del terreno, la taratura delle botti e l’acquisto di strumentazioni tecniche evolute.
Al fine di agevolare l’imprenditorialità agricola locale e giovanile, ma soprattutto all’interno del passaggio generazionale e parentale, è opportuno modulare l’imposta unica comunale riconoscendo riduzioni impositive ai proprietari che affittano terreni agricoli direttamente a imprenditori residenti.
Creare un gruppo di ascolto dove tutti gli attori che fanno parte del mondo agricolo o che ruotano attorno ad esso si possano incontrare e confrontare con nuove proposte.
Creare un mercato dell’orto dove agricoltori e comuni cittadini che abbiano questa passione si possano incontrare e vendere, scambiarsi i loro prodotti.
Sostenere tutte le imprese agricole che vorranno fare investimenti quali frutteti, serre, ortaggi, ecc.

TURISMO

Ci proponiamo di favorire la crescita dello scarno tessuto ricettivo locale favorendo il turismo attraverso:
· Promuovere l’apertura di punti ristoro, bed & breakfast e affittacamere, veicolando l’immagine di un turismo lento o di nicchia utilizzando la rete web, i circuiti degli eventi locali e delle sagre, il tutto all’insegna di una genuina vita all’aria aperta;
· La tutela e la riqualificazione del patrimonio rurale con il recupero e il potenziamento di attività ricettive, ristorazione e tempo libero;
· La valorizzazione degli elementi distintivi del nostro territorio favorendo ad esempio una rassegna teatrale o poetica autunnale incentrata sulle peculiarità della nostra terra;
· La valorizzazione del fiume Po e della ciclabile Destra Po con attività ludiche che facciano da volano al turismo locale;
· L’organizzazione, in collaborazione con le associazioni sportive e di volontariato, di giornate di sport all’aria aperta ed alla scoperta dell’ambiente rurale: orienteering per i più piccoli, percorsi cicloturistici o di mountain-bike.

INFRATRUTTURE E CONNETTIVITA

Il nostro territorio geograficamente schiacciato e chiuso a 180° sul fiume Po deve uscire da questo isolamento naturale attivandosi con tutte le proprie forze e a tutti i livelli istituzionali per favorire la studio e la realizzazione delle infrastrutture primarie. Perciò siamo favorevoli alla futura costruzione della E55 che lambirà il nostro territorio, a un ponte di collegamento delle due sponde rivierasche che ci avvicini ai molti servizi presenti nella città di Adria e alla realizzazione di autostrade telematiche (fibra ottica, trasmissioni radio).
Sappiamo che alcuni di questi sono obiettivi a lungo termine ma bisogna iniziare a parlarne e a progettare il futuro.
La valorizzazione del centro abitato passa anche attraverso la fornitura alla cittadinanza di nuovi servizi di telecomunicazione.
Un nostro obbiettivo è garantire la connessione alla rete di tutti i cittadini di Berra, Cologna e Serravalle realizzando le infrastrutture per l’acceso a internet tramite il sistema Wi-Fi con una copertura per tutto il territorio. Fornire, quindi, un servizio a tutti i cittadini individuando e potenziando nel corso del tempo punti hot spot dove ci si possa collegare a internet gratuitamente.
L’amministrazione, inoltre, promuoverà - in collaborazione con centri di formazione certificati - la diffusione della conoscenza e dell’uso delle nuove tecnologie per favorire nuove opportunità di studio, lavoro e accesso ai servizi.


TRASPARENZA – RAPPORTI CITTADINI E AMMINISTRAZIONE

Riteniamo che la nuova amministrazione si dovrà prodigare in ogni modo per rendere il Comune e gli eletti a reale servizio dei cittadini.
Vogliamo instaurare un rapporto nuovo con il cittadino non più fatto di sudditanza e di distacco. Riteniamo infatti che una buona amministrazione debba essere vicina umanamente ai cittadini così da rendere i servizi disponibili e fruibili nel modo più semplice e veloce. Per questo motivo tutti noi, facilitati dal vivere sul territorio, ci impegniamo fin da ora ad essere punto d’ascolto quotidiano e continuo. Istituiremo all’interno della casa comunale uffici con servizi on-line, dove i cittadini possano ricevere in tempo reale tutte le informazioni e sbrigare tutte le formalità senza essere obbligati a compiere inopportune e costose trasferte presso altre sedi dell’Unione.
La litania delle economie di scala e del risparmio di costi non si ottiene solo con il falso mito della fusione dei comuni, bisogna difendere la propria autonomia e la propria identità collaborando profittevolmente con tutti gli enti locali a noi vicini. Pensiamo che per rendere maggiormente efficace il ruolo dell’unione dei comuni bisogni passare ad una delocalizzazione dei centri di servizio sfruttando le tecnologie riducendo inoltre la burocrazia negli enti.

Le nuove tecnologie devono avvicinare e non escludere e questo sarà uno degli obiettivi su cui agiremo per raggiungere l’efficienza.

Insomma, più vicini al cittadino e al servizio della collettività, 24 ore al giorno non solo in corrispondenza delle scadenze elettorali.
Oltre agli strumenti previsti dalla vigente normativa sulla trasparenza, si rende necessario attivare un canale di comunicazione con i cittadini (cartaceo, informatico, incontri pubblici) per rendicontare periodicamente l’operato dell’amministrazione e di conseguenza costi/benefici che questo comporta soprattutto a seguito dell’evento dell’Unione dei Comuni.
Prevediamo l’installazione nei centri civici di pannelli luminosi informativi collegati via wifi per comunicare in maniera rapida e diffusa la situazione di emergenza e pericolo o notizie di comune utilità.


CONCLUSIONE

Con il nostro programma elettorale vogliamo avviare un nuovo percorso di collaborazione con i cittadini.
Il modo di essere Sindaco, Assessore o Consigliere deve cambiare e cambierà.
Questo non lo diciamo solo noi, ma le nuove norme e i nuovi contesti socio-economici che stanno ridefinendo in continuo il modo di amministrare.
Abbiamo voluto cogliere in queste elezioni un’occasione unica per ridisegnare il paese partendo dal rapporto con i cittadini e valorizzando le risorse umane già a disposizione del Comune.
Un rapporto che non sarà più tra amministratori e amministrati, ossia un rapporto che va dall’alto verso il basso, ma una relazione di reciproco aiuto, dove il Comune sostiene e riconosce le autonome iniziative dei suoi cittadini ponendosi come unico limite la promozione dell’interesse generale.
Siamo convinti che questo modo di agire sia quello più UTILE e PROFICUO per il nostro comune.
Noi candidati nella lista “INTERESSE COMUNE”, unitamente a tutti gli amici che condividono questo progetto di reale cambiamento, ci impegneremo a fare di Berra un Comune migliore.
Eccovi dunque il nostro programma elettorale, incentrato sulla voglia di cambiare e sul buonsenso. Lo stesso con cui un padre di famiglia gestisce le proprie risorse e i propri affetti, con l'intento di garantire loro un futuro migliore. La stessa energia e oculatezza possiamo impiegarla nella gestione del bene comune, avviando un nuovo percorso di collaborazione tra cittadini e Pubblica Amministrazione.
Cambierà il modo d'essere Sindaco, Assessore e Consigliere. Deve cambiare, ce lo chiede la nostra gente, la stessa che ogni giorno incontriamo in piazza e con cui discutiamo di ciò che sarebbe giusto fare, di ciò che bisognerebbe cambiare, di come andrebbe valorizzato il nostro territorio. Idee che finalmente avranno un peso, perché noi siamo gente come voi, e come voi amiamo questa terra.
Ecco perché abbiamo deciso di metterci in prima persona, impegnando le nostre capacità e forti delle nostre esperienze individuali. Apportando a questo progetto il meglio di noi, e tutta la nostra voglia di fare bene. Per tutti i cittadini.
Voi ci conoscete, sapete che non puntiamo al guadagno personale e, proprio per questo, non abbiamo nulla da perdere. Nessuno potrà darci direttive, nessuno potrà metterci paletti. Faremo il meglio per la nostra comunità, ed è questo l'unico motore propulsore di Interesse Comune.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno e della vostra fiducia, è arrivato il momento di mettere la politica al servizio del territorio. E non più l'opposto.

17.4.14