Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

L'UNIONE TERRE E FIUMI RISPONDE ALLE DICHIARAZIONI DELL'ASSESSORE PROVINCIALE DAVIDE NARDINI

 


Davide Nardini e Marcella Zappaterra (da estense.com)

In merito alle dichiarazioni rese dall’Assessore Provinciale Davide Nardini alla stampa (nella fattispecie quotidiano La Nuova Ferrara), i sei sindaci dell'Unione Terre e fiumi hanno emesso un comunicato congiunto che intende puntualizzare la situazione.

Apprendiamo – scrivono - stupiti, direttamente dall’Assessore provinciale Davide Nardini, dell’esistenza di un grande progetto finalizzato alla creazione di una Grande Unione di 16 Comuni, dal Delta al Copparese. Per quanto ci riguarda, i nostri territori si sono gią federati nell’unica Unione di Comuni fin qui sorta in provincia di Ferrara, per la cui costruzione noi sindaci ci siamo spesi con sacrificio ed abnegazione.

Il progetto di riordino territoriale – continua la nota - della Regione Emilia Romagna contempla la nascita di pił bacini territoriali cui dovranno coincidere altrettante Unioni di Comuni. Ebbene, forse per fato, forse per merito, uno di questi bacini coincide interamente col territorio dell’Unione Terre e Fiumi: dal nostro punto di vista questa scelta rappresenta il giusto riconoscimento per la spinta riformatrice espressa dal copparese da pił di un decennio.

Senza ricorrere a fantasiose nuove Unioni, saremmo pertanto ben felici di collaborare e diffondere Le nostre buone prassi, attingendo al contempo dalle eccellenze altrui, con Le Unioni che si costituiranno negli altri bacini ottimali, senza strabismi che ci facciano necessariamente guardare solo ad est, tesi come siamo alla costruzione di collaborazioni con tutti i colleghi sindaci del territorio ferrarese, cui soli spetta, in accordo con i loro consigli comunali, la competenza a compiere le scelte strategiche per il futuro della Provincia.


21.12.12