Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

BERRA: IMU PIU' ALTA SULLA PRIMA CASA
- LE SPIEGAZIONI DEL SINDACO DI BERRA -

 

Berra. In questi giorni, alla vigilia scadenza del pagamento della seconda rata Imu 2012, I quotidiani locali hanno pubblicato tabelle riepilogative e comparative delle aliquote deliberate dai singoli comuni della provincia di Ferrara.

Correttamente, con riguardo alla prima Casa, svettava il dato del comune di Berra, dove la Giunta e il Consiglio hanno deliberato di applicare l’aliquota massima prevista per legge, pari al 6 per mille. Mi preme precisare I motivi che ci hanno condotto ad una simile scelta.

Per recuperare quanto tagliato dallo Stato in termini di trasferimenti (ben 720 mila Euro in meno negli ultimi tre anni), potevamo agire su due voci: l’addizionale Irpef o l’addizionale Imu. In particolare, dopo avere agito sulle aliquote di terreni e fabbricati diversi dalla prima casa, rimanevano da reperire risorse per circa 120 mila Euro. Ci siamo trovati di fronte ad bivio: aumentare l’addizionale Irpef dallo 0,6 % allo 0,8% o aumentare l’Imu prima Casa dallo 0,5% allo 0,6%? Il gettito stimato era lo stesso, ma diversa la base imponibile.

Abbiamo perciò scelto di non toccare l’Irpef e di agire solo sulla leva dell’Imu. Il motivo è intuibile: abbiamo preferito evitare di utilizzare un tributo (l’Irpef) che grava in larghissima misura su pensionati e lavoratori dipendenti, oltre che sui contribuenti fedeli al fisco, ma che non grava su chi il fisco lo evade, scegliendo, piuttosto di agire su un tributo che – nel male o nel bene – ha come base imponibile il patrimonio e non I redditi. Certo è una tassa odiosa, così come odioso da parte dei comuni è l’essere costretti al ruolo di esattori per conto dello stato, ma almeno possiamo dire di non avere ancor di più gravato sui redditi da lavoro o da pensione.

All’atto pratico questa scelta fa del Comune di Berra quello, in provincia di Ferrara, con l’aliquota Imu prima Casa più alta (0,6%) e con l’aliquota Irpef più bassa (0,6% in luogo del generalizzato 0,8%). Infine, mi preme ricordare come l’aliquota prima Casa sia stata contenuta nella misura dello 0,4% su tutti quegli immobili in cui risiedono soggetti affetti da disabilità pari al 100%. Una misura di equità sociale molto apprezzata, a giudicare dal gran numero di autocertificazioni pervenuteci.

A cura del Comune di Berra

14.12.12