Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

 LE PROMESSE MANCATE DEL "PORTA A PORTA"
LE "NON RISPOSTE" DI AREA

 

Chiedo cortesemente una replica in merito alla risposta sulle mie dichiarazioni, anche se accolgo con dispiacere che in taluni casi le mie sintetiche perplessitÓ e dichiarazioni vengono tralasciate, valicate, a favore di una pi¨ ampia e solerte risposta: fa parte del gioco politico al quale io mi attengo.

Entrando nel merito:”Abbiamo stabilito insieme ai clienti la possibilitÓ di utilizzare, per la consegna della carta, contenitori che sono giÓ nelle loro disponibilitÓ (ad esempio cassette di legno, cesti, bacinelle ecc.)”. ancora una volta il problema Ŕ dei cittadini, il concetto Ŕ: se volete il servizio organizzatevi ed arrangiatevi con quello che avete in casa..., come utente ed avendo sentito altri utenti questa comunicazione ufficiale comunque non Ŕ ancora arrivata. Deduco che la Dott.ssa Mirna Schincaglia - Responsabile Comunicazione e Relazioni pubbliche - AREA spa, ha anticipato i tempi ma l’importante Ŕ aver risolto il problema.

Per quanto riguarda l'erba e gli scarti verdi ribadisco che pur non essendo computate nella fattura TIA, rappresentano un problema e dal momento che non si possono versare a cielo aperto ritengo che quanto meno ci si poteva discutere sopra.

Niente di pi¨. Questo Ŕ quanto avevo espresso nelle mie poche dichiarazioni: ascoltare i problemi della gente e cercare di risolverli. Ribadisco che non sono le decisioni che ho criticato, che sicuramente non possono accontentare tutti, ma il metodo.

Dedico le ultime riflessioni al sindaco di Berra, che ancora una volta si dimostra sordo alle esigenze dei "suoi" cittadini e lo dimostra ogni volta che apre bocca.

Vorrei ricordargli che sulla mia carta d’identitÓ c’Ŕ scritto “residente a Berra” e quindi i problemi dei cittadini di Berra sono anche i miei. Augurarmi dei problemi come cittadino Ŕ l’ultima cosa che voglio. Al contrario, se Lui crea problemi ai cittadini di Berra, come fa spesso, non sono problemi suoi in quanto residente a Ferrara. Questa sembra una sottigliezza ma in realtÓ Ŕ il vero problema di Berra, che dal giugno del 2009 non riesce ad avere qualcosa di buono, di positivo. E se qualcuno lavora per migliorare i servizi del nostro comune questo non Ŕ certamente il sindaco. In quanto il “non aver capito” fa parte della sua indole: sono molte le cose che non capisce e mentre Lui cerca di capire Berra sprofonda. Concludo nel provare piacere a mettere in evidenza, e ribadisco che il piacere Ŕ solamente nell’evidenziare e non nel sopportare, le problematiche che il sindaco sforna ogni giorno e non riesce a risolvere.

COMUNICATO STAMPA di VOCE AI CITTADINI - BERRA
CAPOGRUPPO STEFANO GRILLANDA


25/11/2016