Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

INTERVENTI

INTERVENTI

 

Inteventi del comune sulle scuole: chi li ha visti?

Egregio Serravalleweb,

non avrei mai voluto scrivere questa lettera, ma la mia fiducia nei confronti degli amministratori-politici è così elevata che già da diverse settimane era pronta nell’archivio del mio computer, in attesa di poterla spedire.

Ancora una volta devo ritornare sulla "indecorosa" struttura scolastica di via Montessori a Berra, stabile occupato dagli alunni delle scuole elementari.

In una mia lettera a questo sito sullo stesso argomento, pubblicata il 27/10/2002 (e tuttora leggibile in questa pagina), prendendo lo spunto da un articolo pubblicato su La Nuova Ferrara, esternavo il mio disappunto sui lavori pubblici eseguiti dall’Amministrazione PUBBLICA Comunale di Berra, e nello specifico nella mancata manutenzione ordinaria (tinteggiatura) e straordinaria (sistemazione muraria) presso la struttura in questione, a favore di altri lavori (illuminazione pubblica, ecc..) a mio avviso meno prioritari.

Ebbene, il giorno dopo la pubblicazione di questa lettera su questa pagina fui contattato telefonicamente, a casa, dal Sindaco dottor Cristiano Capisani il quale mi spiegava che alcuni lavori all’interno della struttura erano stati eseguiti e quelli da me specificati sarebbero stati fatti in un secondo tempo.

Il giorno seguente mi sono recato in Municipio, per motivi personali, e sono stato "intercettato" dal Vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Claudio Bressan, il quale mi ribadiva il concetto espresso dal Sindaco e affermava che tali lavori, tinteggiatura e sistemazione muraria, sarebbero stati fatti durante il periodo delle festività natalizie.

Una comunicazione verbale che mi aveva fatto ben sperare.

Premetto che da diversi anni questa struttura soffre il disagio di una mancata manutenzione all’intonaco che, per diversi motivi, in alcuni punti cade. Questo anno scolastico è iniziato senza che i muri fossero tinteggiati, e dove lo sporco era ed è tuttora ben visibile.

Oggi, 31 gennaio 2003, le festività natalizie sono terminate da tempo ma i lavori no, anzi non sono mai iniziati.

L’unico intervento, sia pur positivo, è stato quello dell’istallazione della canna fumaria.

Sicuramente l’Amministrazione PUBBLICA Comunale di Berra avrà i suoi buoni motivi per non aver svolto tali lavori.

O forse non avrò capito bene io quello che mi è stato detto……

O forse si sono spiegati male: non erano le ferie natalizie ma quelle estive………

Il fatto è che i nostri figli, nell’anno scolastico in corso, hanno iniziato a frequentare dei locali sporchi e dove in alcuni punti (bagni soprattutto) la tinteggiatura cadeva sulle loro teste.

Arrabbiato? Amareggiato? Incavolato? Nemmeno per sogno, perché dovrei esserlo?.

Solamente alcune considerazioni.

  1. Perché promettere se si sa di non poter mantenere?
  2. Perché si continua a far credere quello che non è vero?
  3. Perché si è costretti a doversi arrabbiare e ad alzare la voce (quasi da maleducati) per poter ottenere quello che dovrebbe essere un diritto?

Comunque, come ho già più volte affermato, se i nostri amministratori vengono continuamente eletti, ed aumentano i loro consensi ogni qualvolta si vota e poi si sta sempre zitti, vuol dire che i cittadini sono contenti e quindi questa Amministrazione fa bene ad andare avanti per questa strada.

Moreno Brugnati
BERRA 31 gennaio 2003

Inteventi del comune sulle scuole: dove?

Egregio SERRAVALLEWEB,

nel leggere La Nuova di domenica 27 u.s. sono rimasto un po’ allibito.

Mi riferisco in particolare all’articolo nella pagina della cronaca di Copparo "Sono stati sistemati gli edifici di Berra e delle frazioni Cologna e Serravalle. LE SCUOLE CAMBIANO VOLTO. ….."

L’articolo iniziava con l’esternazione dell’Assessore e Vicesindaco Claudio Bressan, in merito hai lavori eseguiti ed al lavoro complessivamente svolto. Il signor Bressan ha tutti i motivi e le giuste ragioni per "esaltare" ed "esultare" il lavoro fatto; però mi viene una riflessione, che ho fatto ad inizio anno scolastico e ripetuta ieri, recandomi nella scuola elementare di Berra (secondo il titolo dell’articolo uno degli edifici compresi nella sistemazione) e più precisamente nell’aula di prima, classe frequentata da mia figlia.

Ebbene la riflessione cade proprio su questa "sistemazione": l’aula in questione, ma penso tutto lo stabile, non ha ricevuto nessun tipo di sistemazione, tanto che i muri oltre che ad essere sgretolati in alcuni punti, sono anche sporchi. Se poi facciamo pochi passi ed entriamo in bagno possiamo vedere come dal soffitto cade l’imbiancatura, con evidentissime macchie di bagnato.

Allora mi chiedo:" Ma dove hanno sistemato?". Evidentemente da nessuna parte.

Ritengo che almeno una tinteggiata, prima di far entrare i bambini, doveva essere data. Ma nei preventivati 80mila euro non ci stava la tinteggiatura e quindi la scuola è rimasta così.

Capisco che fare l’amministratore non è semplice. Capisco che accontentare tutti non è facile.

Quando si è chiamati a prendere delle decisioni, soprattutto dove necessita una spesa di denaro, e di denaro non se ne ha molto, diventa difficile.

Ma a mio avviso per questa Amministrazione, ma anche per le passate Amministrazioni, il difficile è quello di definire le priorità.

E’ sicuramente più importante sistemare l’arredo urbano, piuttosto che collocare diecimila punti luce, invece che stanziare poche centinaia di euro per tinteggiare uno stabile, talora insalubre (vedi bagno), dove 60-70 bambini devono entrare quotidianamente.

Comunque, come ha già più volte affermato, se i nostri amministratori vengono continuamente eletti, ed aumentano i loro consensi ogni qualvolta che si vota e poi si stà sempre zitti, vuol dire che i cittadini sono contenti e quindi questa Amministrazione fa bene ad avanzare per questa strada.

M.B. - Berra, 27.10.2002