Serravalle e dintorni...REFE


BERRA, CRITICHE DI "UNITI PER BERRA" ALLA SCELTA ANTIFUSIONE DI "INTERESSE COMUNE"
 


Stefano Bigoni
Berra. Il capogruppo di opposizione dell’assise berrese di "Uniti per Berra" Stefano Bigoni interviene sulla posizione presa di recente dall'altro gruppo di opposizione "Interesse Comune" in merito al recente comunicato sulla fusione tra i comuni di Berra e Ro.

"Interesse comune non è coerente: rimango basito delle posizioni del capo gruppo di interesse comune. In consiglio comunale hanno votato sì alla fusione, ora dicono no; io penso che il capo gruppo non è coerente con quello espresso con il proprio voto.

Ritengo comunque che l’Unione deve essere sicuramente migliorata e a mio avviso i servizi che gestiscono rimarranno in unione se al nostro comune conviene se no tornano indietro. Dire no a questa fusione è una posizione legittima ma con conseguenze pesanti per la nostra comunità.

Noi di Uniti per Berra pensiamo che la fusione è una opportunità da non perdere per essere ancora protagonisti del nostro futuro e crediamo che la fusione con comuni più grandi penalizzerebbero l’intero territorio. Rinunciare a cospicui contributi che vengono erogati per incentivare le fusioni sia sbagliato; si potranno sicuramente aumentare i servizi si potrà migliorare la qualità della vita ai cittadini ed altro ancora, senza trascurare  il risparmio sui costi della politica.

Abbiamo un territorio con grandi opportunità: solo con grande capacita progettuale idee chiare  su quali  politiche applicare per far si che questo nostra amata terra si sviluppi e cresca per i nostri giovani i nostri figli e le nostre famiglie.

Per cui do un consiglio all’amico Simone Grandi: mettiamoci tutti insieme per far si che le risorse che arriveranno servano a questo e lasci perdere opportunità politiche che non servono al territorio".

(d.m.b.)


3.8.18