Serravalle e dintorni...

COLOGNA, I CITTADINI SULLE BARRICATE PER IL BANCOMAT

 

 
Cologna. In paese l'intera popolazione è mobilitata per riavere quanto meno uno sportello bancomat e per questo la mobilitazione è generale: dopo la chiusura definitiva dell’unica banca, a Cologna tutti si sono dati da fare, raccogliendo firme per la riattivazione di uno sportello bancomat.

La petizione è stata presentata nei giorni scorsi all’Amministrazione Comunale che subito si è attivata per poter risolvere il problema. “Capiamo perfettamente i disagi che i cittadini di Cologna stanno attraversando – spiega il sindaco Berrese Eric Zaghinie per questo abbiamo deciso di affiancarli in questo cammino. Dopo l’incontro con il cittadini e l’unità d’intenti ci stiamo muovendo per avere uno sportello bancomat.

In questi giorni ho inviato una lettera al Presidente della BPER, spiegando i disagi provocati dalla chiusura della banca e dello sportello bancomat, richiedendone la riattivazione. Al tempo stesso ho fatto rilevare come sia sentita la mancanza del bancomat, necessario per arrivare ad avere disponibilità di contanti. Non ultimo la necessità di doversi spostare nei paesi limitrofi per accedere a tale servizio, con conseguenti disagi da sostenere da parte di una popolazione anziana”.

Ma contestualmente sono state intraprese, in accordo con i cittadini, altre strade per arrivare al traguardo. “In paese esistono le poste – prosegue il sindaco – che però non hanno il postamat; in questi giorni invierò anche alle Poste una lettera, spiegando la situazione e chiedendo l’attivazione di uno sportello in questione, cosa che appare fattibilissima. Per finire ed attraverso un bando inviteremo tutte le banche presenti sul territorio ad aprire uno sportello bancomat, naturalmente fornendo i locali in uso gratuito”.

Le soluzioni potrebbero essere diverse, anche se il sindaco non nasconde che: ”Quello prospettato verso le poste mi pare di capire che sia la soluzione più idonea ed anche quella più raggiungibile. Le poste sono già presenti e quindi si tratterrà solamente di organizzare il postamat. Comunque vediamo come risponderanno tutti alle nostre richieste”.

C’è molto ottimismo, sia da parte del Sindaco che dei cittadini, che la cosa possa risolversi in maniera positiva.

(d.m.b.)

LA LETTERA INVIATA DAL SINDACO

Ill.mo Presidente,

Le scrivo per sottoporre all’attenzione del Gruppo Bancario da Lei presieduto lo stato di grave disagi o in cui versa la cittadina di Cologna, frazione del Comune di Berra (Fe), in seguito alla chiusura dell’unica filiale bancaria - seguita all’acquisizione, da parte del Gruppo da Lei rappresentato, di Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.a. - presente sul territorio. Infatti, con la chiusura dello portello bancario, i cittadini, in prevalenza anziani, sono rimasti privi non solo della filiale, che per tutta la vita aveva raccolto i loro risparmi, ma, soprattutto, dell’unico sportello bancomat del paese e sono, perciò, costretti a percorrere decine di chilometri al solo scopo di approvvigionarsi di denaro contante. In questo contesto è maturata una spontanea raccolta di firme, che allego, volta a sollecitare l’Amministrazione che rappresento a porre in essere ogni azione utile per ricercare una soluzione alla problematica.

Sono ben consapevole della circostanza che, in un mutato contesto socio-economico, la presenza di una capillare rete di sportelli bancari sul territorio, spesso possa rappresentare profili di marcata antieconomicità. Tuttavia, La prego di riflettere sul fondamentale ruolo sociale rivestito da una Banca per il proprio territorio, in particolare in un contesto fragile, connotato da una elevata età media dei residenti, come quello di Cologna. La prego, pertanto, di valutare se il Gruppo bancario da Lei rappresentato possa, concretamente, fornire risposte alle esigenze manifestate dai cittadini colognesi; in particolare ripristinando almeno lo sportello bancomat. Certo di un Suo cortese interessamento,

La saluto cordialmente.


30.5.18