Serravalle e dintorni...

FUSIONE BERRA-RO, NON TUTTO E' TRANQUILLO. IL DIBATTITO METTE IN LUCE QUALCHE DUBBIO

 

 
Serravalle. Un dibattito, quello sulla fusione, che porta a galla molte cose, anche quelle che non hanno nulla a che vedere con la motivazione di queste assemblee. Se tra i cittadini pare ormai consolidato il fatto che questa fusione si deve fare (come si può rinunciare a contributi così importanti?), è anche vero che il pessimismo non manca.

Alcuni interventi hanno rimarcato come chi ha governato in questi ultimi decenni abbia fatto molte scelte sbagliate. Scontro diretto si è avuto tra l’ex sindaco Diego Cavallina e l’ex consigliere comunale Leonardo Peverati.

Cavallina, ma anche gli altri relatori, ha invitato l’ex consigliere ad essere un po’ più ottimista, perché così non si arriva da nessuna parte. Immediato il contrattacco di Peverati: ”Ci sono molte cose che non vanno. Ho sentito parlare di investimenti verso Villa Giglioli: una assurdità. Questi denari devono essere spesi per il territorio, per la gente, per incentivare la crescita e l’occupazione. Per ora la Villa Giglioli può e deve attendere”.

Le motivazioni per il recupero della Villa non sono così forti come pensavo” ha ribadito Cavallina.

Poi alcune frasi che non sono state ben codificate, che non hanno fatto capire  cosa sta veramente succedendo attorno alla Villa Giglioli, ma che però hanno dato l’impressione che qualcosa si sta muovendo, forse legato ad un progetto di lavoro. E’ stata tirata in ballo anche la famiglia Indelli, eredi e proprietari della struttura.

Si vedrà cosa si muove.

(b.m.d.)


19.5.18