Serravalle e dintorni...

SERRAVALLE, CAMBIO AL VERTICE DELLA CASA DI RIPOSO "DOTT. A. CAPATTI"

 

 

 

 

 
Serravalle. (dall'inviato Luciano Cicoria) Suor Erminia Maria è la nuova Superiora della Casa di Riposo "Dottor Attilio Capatti" di Serravalle, una benefica istituzione, da sempre una delle più moderne ed attrezzate della provincia. Vi sono ospitati circa cento anziani.

All'inizio la vecchia dimora venne riordinata e modificata perché con i rustici fabbricati adiacenti potesse dare accoglienza ad un primo gruppo di ricoverati, circa una ventina: la prima superiora fu suor Maria Tita Castagna. Ma le richieste di ricovero continuavano ad incalzare e l'entusiasmo di carità si dilatò cosi profondamente da decidere di attuare lavori con sopraelevazione di ambienti ed adeguamento degli impianti. I lavori furono eseguiti prima nel 1960 e nel 1966.

Da una planimetria conservata nell'archivio della Casa si ha una chiara visione del complesso edilizio rispondente alla seconda data, mentre la capienza di posti letto era già allora di 45/50 unità. La direzione era affidata alla superiora suor Lilia Granata. Nel chiaro intento di compiere un'opera ben più armoniosa, di maggiore potenzialità, in base alle aree disponibili e di adeguata rispondenza tecnica e sociale, la Casa Generalizia di Castelletto dava incarico di allestire e predisporre un idoneo progetto generale al fine di avere una disponibilità di circa 110 posti letto.

Il complesso edilizio doveva essere dotato delle migliori attrezzature tecnologiche, che ancor oggi, associate ad una qualità eccellente dei servizi erogati, garantiscono agli ospiti una piacevole ospitalità. 

Accolta con grande affetto dagli ospiti e da tutto il personale, la Superiora ha ricevuto subito parole di stima. "La casa di riposo è felice di accoglierla nella nostra grande famiglia ed è grata a Dio ed alle Piccole Suore della Sacra Famiglia per il dono della Sua presenza. In questi anni si sono succedute molte Superiore e molte suore, ciascuna ha contribuito in modi differenti e molteplici carismi a formare un tassello di questa Casa.

Con Lei speriamo di costruire ponti e mantenere un clima di famiglia che ci caratterizza rispetto le altre Strutture, motivo per il quale ospiti e famigliari ci scelgono; di camminare insieme, trovare giorno per giorno, il sostegno reciproco necessario a svolgere il servizio nel migliore dei modi. Noi vogliamo continuare a crederci “

Insieme si può” slogan che da molti anni ci accompagna.

Desideriamo concludere con questa citazione di Madre Teresa di Calcutta: “Incontriamoci con un sorriso e una volta che avremo cominciato l’un l’altro ad amarci, diverrà naturale fare qualcosa per gli altri.”  

l.c.


15.5.18