Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

 

BERRA, IL COMUNE VENDE AZIONI HERA PER FINANZIARE LAVORI PUBBLICI - BIGONI: SONO D'ACCORDO MA MI ASTENGO...

 

 

Stefano Bigoni e Luigi Calabrese

Berra. Il Consiglio Comunale di Berra nell'ultima assise ha approvano i lavori di manutenzione alle strade del territorio comunale. Per finanziare questi lavori l'amministrazione ha la necessità di vendere delle azioni di Hera: questa è l’unica soluzione attuabile, in quanto l’avanzo nella casse comunali è vincolato dal pareggio di bilancio.

Lavori che trovano l'appoggio ed il consenso delle opposizioni consiliari ma che, durante il voto di approvazione, si astengono.

Così uno dei capigruppo di opposizione, il leghista Stefano Bigoni, spiega il motivo dell'astensione del suo gruppo.

"Quando si parla di lavori alle strade, ma anche lavori in genere su tutto il patrimonio comunale, non si può che essere d'accordo - spiega Bigoni - quello che non ci trova d'accordo, ed è stato il motivo dell'astensione durante il voto, sono i metodi usati. Non è possibile e lo diciamo da diverso tempo che questa Giunta abbia indebitato i cittadini fino all'inverosimile con prolungamenti, a nostro modo di vedere, assurdi. Mutui prolungati al punto tale che anche i nostri figli saranno costretti a pagare.

Sarebbe bastato investire le azioni Hera per saldare questi mutui, laddove si poteva naturalmente, ed aprire nuovi mutui, più abbordabili alle tasche del nostro comune, per attuare questi lavori. Ed invece questa ammirazione, ma tutte le amministrazioni di sinistra che fino ad ora ci hanno governato, attuano una politica di amministrazione locale che non ci piace. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo che non voteremo mai contro le decisione prese da questa amministrazione a prescindere ma faremo le dovute considerazione, ed in questo caso, pur condividendo i lavori ci siamo astenuti.

Sarebbe ora che questa sinistra ragionasse meglio sulle decisioni da prendere e non, come nel caso del prolungamento dei mutui, coinvolgesse i cittadini delle future generazioni".

 (d.m.b.).


13.7.17                  Hit Counter