Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

 

Serravalle e dintorni...


HO LETTO IL ROMANZO DI GIOVANNI RAMINELLI. E MI E' PIACIUTO...
 


La copertina del primo romanzo di Giovanni Raminelli

Ho letto l’ultimo libro di Giovanni Raminelli. Ero preparato a un testo storico (ne ha scritti una trentina…) ma non ero ancora pronto per un romanzo.

Ebbene sì il prof. Raminelli si è cimentato anche nella scrittura di un romanzo. Un romanzo breve che contiene, secondo me, le premesse per lanciarsi nella stesura di altri scritti che mi sento di definire di storia romanzata o di romanzi storici; nel senso che egli, pur rispettando le storiche vicende dell’epoca, ne esalta i sapori descrivendole e narrandole come se si trattasse di racconti di fantasia.

Il titolo è piuttosto lungo ed è abbastanza inusuale in questo mondo di digitalizzazione spinta: “Storia di amori contrastati, amorazzi, contrabbando e dei provvidenziali piselli di un conte nelle terre basse ferraresi nella prima metà dell’ottocento”.

Nel titolo è già contenuta, per sommi capi, la trama del romanzo. Ma la sintesi è spesso nemica della chiarezza. E’ vero che il titolo ne svela la trama, ma è anche vero che la lettura dipana gli intrighi che il titolo non deve e non può svelare completamente.

La vicenda si svolge tutta intorno a Serravalle, Ariano Ferrarese e Villa Giglioli. Serravalle era sotto il dominio pontificio e Ariano era gorvernata dall’impero Austro-ungarico.

Nel suo racconto, Giovanni, ci fa capire come si viveva in quell’epoca di pre-unità d’Italia e lo fa attraverso personaggi con caratteri piuttosto definiti.

Tutte le vicende sono intrecciate tra di loro come un tappeto e alla fine portano ai piselli del conte che sono una parte essenziale del romanzo.

La scrittura di Giovanni è, come sempre, chiara e precisa e anche la “Storia” che fa da contorno è quella vera. Il libro è veramente godibile e si legge in qualche ora. Meno male perché, a mano a mano che si procede ci si incuriosisce sempre di più e sarebbe un peccato dover aspettare troppo tempo per sapere come va a finire…

Dimenticavo: c’è un finale a sorpresa. Per saperlo basta procurarsi il libro e leggerlo fino alla fine.

a.m.


25.2.17                  Hit Counter