Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

 

ALBERTO ASTOLFI PRESENTA IL SUO LIBRO: FERRARA NEL GRAND TOUR DEI VIAGGIATORI FRANCESI
- 12 OTTOBRE 2012 -


La copertina del libro

Poco prima di iniziare...

Una parte dei presenti

Marco Pozzati introduce la serata

L'Assessore Giuseppina Favaron

Dott.ssa Anna Quarzi, direttrice dell’istituto di Storia contemporanea di Ferrara

Un primo piano di Alberto Astolfi

Don Giorgio rivolge un saluto all'assemblea

Leonardo Peverati conclude la serata

Serravalle. Grande serata quella di venerdì 12 ottobre in sala parrocchiale. Organizzata dall'Ente Palio Serravalle nell'ambito delle manifestazioni dell'Ottobre Culturale si è tenuta la presentazione dell'ultimo lavoro di Alberto Astolfi dal titolo "Ferrara nel grand tour dei viaggiatori francesi".
La serata iniziava con il saluto di Marco Pozzati che presentava i partecipanti alla manifestazione. Poi interveniva, in rappresentanza del Comune di Berra, l'Assessore Giuseppina Favaron.

Iniziava quindi la presentazione vera e propria del libro ad opera della dott.ssa Anna Quarzi, direttrice dell'Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara. Grandi e meritate lodi quelle della dottoressa all'indirizzo di Astolfi.

La serata entrava, poi, nel vivo quando l'autore cominciava con la descrizione dei contenuti del suo libro nel quale si descrive la situazione della nostra città e della nostra provincia nei secoli XVII e XVIII come veniva vista con gli occhi dei viaggiatori stranieri di quei tempi, soprattutto francesi; le difficoltà e le traversie dei viaggi di quell'epoca burrascosa e anche i costi affrontati. Addirittura ci sono i giudizi di quei turisti ante litteram sulle locande e gli alberghi incontrati nei viaggi. Le vie più o meno sicure dove poter andare e quelle infestate dai briganti. Un po' di tutto insomma. Una sorta di guida Michelin dell'epoca.

Ma il libro non si limita alla mera descrizione di situazioni e giudizi, esamina un'epoca storica e ci presenta una Ferrara sconosciuta ai più: molto diversa da quella attuale. Inoltre è ricco di cartine e di schede che descrivono nel dettaglio la situazione di allora; l'opera ideale che non può mancare nella biblioteca storica di tutti noi.


13.10.12