Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...

 

ARIANO POLESINE

 

La piazza principale di Ariano Polesine.

Altra immagine della Piazza

Il monumento ai caduti

Altra immagine della Piazza

L'Oratorio di S. Gaetano. Costruito intorno al 1689/90 nasce come chiesa di S. Giacomo. Ha avuto alterne vicende storiche alcune anche tragiche. All'interno ospita tre altari. Il maggiore ospita un olio su tela, datato intorno al 1750, che raffigura S. Gaetano presentato alla Vergine tra le nuvole. Di pregio anche una statua lignea di S. Gaetano realizzata dallo scultore ferrarese G. Baseggio. Infine l'altare di sinistra ospita, all'interno di una nicchia, un'opera dei primi del 1600 di pregevole fattura: La vergine del Carmelo col Bambino in braccio. Nel 1944 i tedeschi utilizzarono la chiesa come deposito di viveri. Nel 1980 ci fu una ristrutturazione durante la quale furono rinvenuti un teschio e ossa umane.

Oratorio di S. Gaetano

Oratorio di S. Gaetano

Chiesa di S. Maria della Neve. E' la chiesa parrochiale di Ariano Polesine. Costruita presumibilmente nel XV secolo, periodo di grande prosperitÓ per Ariano grazie alle fiorenti attivitÓ portuali. Chiesta imponente era inizialmente dotata di 10 altari, ridotti poi a sette. Nella chiesa Ŕ conservata la copia di un dipinto di Benvenuto Tisi da Garofalo che, era inizialmente in originale. Si tratta della Madonna con Bambino del 1518, venduta nel 1843 dalla Deputazione comunale e trasportata a Venezia ove Ŕ oggi conservata. Si narra che nel 1854, S. Rocco, al quale Ŕ dedicato un altare, salvasse da una violenta epidemia di colera l'intera Ariano, salvata grazie alle preghiere rivolte a quel santo... Nella chiesa sono conservati altri dipinti di pregio. Si tratta, insomma, di un monumento da visitare

La Piazza antistante la chiesa di S. Maria

La strada che costeggia l'argine del Po

Ariano nel Polesine trae il suo nome da "Hadriani", lettura emendata di "Radriani", stazione itineraria sulla via Popillia che, tracciata nel 132 a.C., congiungeva, biforcandosi nei pressi di San Basilio, Ravenna con Adria e con Aquileia. Si tratta, come si vede, di una localitÓ abitata e conosciuta da molto molto tempo. La localitÓ pass˛ sotto vari domini, dagli Estensi a Venezia fino all'impero d'Austria. Nel 1815, grazie alla indeterminatezza dei confini tra il papato e il lombardo-veneto legati al fiume Po, Ariano godette di un periodo di indipendenza, grazie al suo essere un'isola tra il Po di Venezia e il Po di Goro. Un periodo per˛, durato solo quindici giorni. Infine il territorio arianese venne annesso all'Austria.

La distanza da Serravalle Ŕ di 9 chilometri.

 

Il nuovo look dell'Oratorio di S. Gaetano, ridipinto recentemente con colori d'epoca. (sett. 2001)

Immagini di Ariano Polesine