Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

 

Serravalle e dintorni...


BERRA, FORTI CRITICHE DI BIGONI SULLE SCELTE ECONOMICHE DELLA GIUNTA
- IL SUO INTERVENTO NEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 5 MAGGIO 2017 -


 

Stefano Bigoni

Berra (dall'inviato Luciano Cicoria). Con un avanzo consistente - quasi mezzo milione di euro - il consiglio comunale di Berra ha approvato nei giorni scorsi il bilancio consuntivo. Questo però non convince l'opposizione, che lo critica duramente.

"Questo sostanzioso avanzo di bilancio non merita proclami o proclamucci, come fatto dalla signora assessore al bilancio". Sono le prime critiche avanzate dal capogruppo leghista Stefano Bigoni, che prosegue.

"La stesura del bilancio non fa una piega, molto discutibili e addirittura incomprensibili sono invece le scelte. Avevamo proposto di vendere le azioni Hera per ridurre il debito ed invece la maggioranza ha preferito allungare i tempi dei mutui, indebitandoci fino all'inverosimile, non solo noi ma anche i nostri figli e, avanti di questo passo, anche i nostri nipoti".

È un fiume in piena la critica del capogruppo Bigoni, che aggiunge: "Questo è un avanzo figlio di innumerevoli e lunghi indebitamenti, che la sinistra che ci governa continua a fare, e che ritengo non debba essere un vanto come vogliono farci credere. In mezzo a qualcosa di buono, che abbiamo condiviso e votato come opposizione, la maggioranza sta prendendo decisioni che ci portano verso l'oblio più assoluto. Nessun risultato utile a poter riqualificare il nostro territorio comunale, compito alla quale siamo chiamati a svolgere per il bene di tutti. Solo chiusure e nulla di più. Avanti di questo passo e presto il nostro comune non avrà un futuro".

"Ritengo che i tempi e i mezzi per poter fare qualcosa, ma senza aspettarci miracoli, ancora ci siano - conclude Bigoni - però questa sinistra è sulla strada sbagliata".

l.c.


12.5.17                               Hit Counter