Serravalle e dintorni...


BERRA, CONSIGLIO COMUNALE
- GIOVEDI' 21 DICEMBRE 2017 -
 


La lettera di convocazione

Berra. "TREDICIMILIONIDUECENTOTRENTASETTEMILAOTTOCENTOOTTO (13.237.808) buoni motivi per immaginare una fusione tra i comuni di Berra e Ro": è con questi presupposti che parte l'avventura della fusione tra i due comuni rivieraschi del Po.

Giovedì 21 dicembre alle ore 21, in consiglio comunale a Berra, si parlerà ufficialmente e per la prima volta della fusione tra il comune di Berra e Ro, una discussione iniziata da alcuni mesi e che ha già messo tanta carne al fuoco e molte polemiche, soprattutto presso l'Unione dei comune Terre e Fiumi.

Ma a Berra la vicenda viene vissuta come una cosa che si doveva fare e da tempo: anche i gruppi di minoranza, seppur con qualche riserva da parte di "Interesse Comune", sono favorevoli a questa unione.

Questo prima passaggio riguarda "L'approvazione istanza per iniziativa legislativa volta alla istituzione di un nuovo Comune a seguito di fusione dei Comuni di Berra e Ro".

"Nessun ripensamento sui servizi dell'Unione - ha sempre affermato il sindaco di Berra Eric Zaghini - lo facciamo per noi, perché amiamo il nostro territorio e perché crediamo di avere ancora qualcosa da dire nella storia della provincia ferrarese. Questo mette in discussione l’unione dei comuni? NO! Quel modello di fare insieme le cose non può essere messo in discussione. Anzi, avremo finalmente le risorse per investire ancora di più insieme agli altri. Ma lo faremo con la schiena bella diritta, fieri della nostra rinnovata identità".

(d.m.b.)


16.12.17                               Contatore visite