Home - Album - Avvenimenti - Collabora - Comune di Berra - Cookie Policy - Dintorni - Associazione Palio - Eventi - Guestbook - Immagini - Informazioni - Interventi - LeOpinioni - Links - Misteri e c... - Notizie  - Parrocchia News - Politica Locale - Primo Piano - Storia - Strade - Territorio

Serravalle e dintorni...

 


FEDERICA BIONDI, NATA PER LA MUSICA...
- di Leonardo Peverati -

 


Federica Biondi con gli Adria Percussion all'arena di Verona 2015


Federica Biondi


Federica Biondi


Federica Biondi con l'orchestra sinfonica Tullio Serafin


Prove in sala di'incisione


Federica Biondi


Federica Biondi e il 9° Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale di Piove di Sacco

  Federica Biondi

Fin da bambina, quando le sue amiche chiedevano bambole a Babbo Natale, lei desiderava in dono un “tamburo” o una “batteria”. Così com’è probabile che, al posto delle canzoncine dello Zecchino d’Oro, preferisse le note di una Banda Musicale.

E’ lei che lo dice, la nostra giovane compaesana Federica Biondi classe 1998, diciotto non ancora compiuti, che già da oltre sei anni frequenta il conservatorio musicale Antonio Buzzolla di Adria, scegliendo la strada della “PERCUSSIONISTA”.

Già conseguito il diploma del quinto anno, la “Licenza in teoria e Solfeggio” e la “Licenza in Pianoforte”, sta continuando, a vele spiegate e con gran caparbietà, verso il traguardo dell’ottavo anno, dove vedrà il coronamento dei suoi sacrifici.

Bello imparare a suonare, ma ancor più bello è mettere in pratica ciò che s’impara e ciò che la nostra natura ci ha dato come passione.

…Ed è così che Federica è entrata a far parte del gruppo musicale “ADRIA PERCUSSION” del Maestro Professor Macchini e, dal 2015, dell’Orchestra “Tulio Serafin” di Cavarzere.

Con queste due formazioni musicali ha potuto fare esperienze ricche di soddisfazioni: ha partecipato al “Festival Internazionale di Percussioni” di Copenaghen, ha suonato nel 2015 all’Arena di Verona al concerto in occasione del centenario della 1^ Guerra Mondiale, ha suonato e suona in vari teatri, di Padova, Portogruaro, Caorle e altri.

Ha inciso due CD con il gruppo percussionisti adriesi: le musiche vanno da “Libertango” di Piazzolla, a “El Cumbacero” di Hernandez, da musiche latino-americane, a musiche moderne di artisti contemporanei.

Ma, non è tutto, perché le note di Mozart, Beethoven, Bach, Hayden e altri mostri sacri della musica classica, non mancano nel repertorio delle compagini orchestrali di cui fa parte.

Questo insieme di attività gli ha permesso di partecipare a master di specializzazione con musicisti di alto profilo internazionale quali, Gert, Mortensen, Birger e l’italiano Giovanni Perin.

Ha vinto recentemente il SECONDO PREMIO al NONO CONCORSO NAZIONALE DI ESECUZIONE MUSICALE "Città di Piove di Sacco".

Ad Adria frequenta il Liceo Scientifico Bocchi-Galilei dove, anche qui, il prossimo anno troverà la conclusione degli studi superiori con la maturità scientifica.

Tutto ciò non gli impedisce di partecipare anche alle attività paesane, dove coltiva amicizie e la vedono parte attiva fra i musici del nostro Ente Palio.

Arriverà in fretta il tempo di decidere e, dice Federica: “Farò l’università, terminerò il mio percorso al conservatorio, poi si vedrà. La musica è la mia passione che non abbandonerò. Certo, per il lavoro, l’ideale sarebbe una laurea che li unisse entrambi”.

Parlando con lei, specialmente per chi ha frequentato Adria, com’è successo a me, ci si accorge che deve essere veramente tanto il tempo che lei trascorre nella bella cittadina veneta, non molto distante da noi. Quella leggera cadenza, propria del “veneto adriese”, traspare e si fa sentire nei suoi discorsi e nei suoi ragionamenti, accompagnati da un’apparente timidezza che svanisce all’improvviso quando si parla di musica, impegni e progetti futuri.

Che cosa augurare a chi ha così tanta voglia di fare? Che i suoi progetti possano essere terreno fertile per grandi traguardi, sapendo che, per raggiungerli, non bisogna mollare mai!

Leonardo Peverati


11.5.16                             Hit Counter